Scroll to Top

Treviso, 13enne colpita da ictus tra i banchi di scuola: salvata dall’immediato soccorso

Un caso alquanto eccezionale vista la giovane età. Una bambina di 13 anni, originaria di Belluno, ha avuto un ictus mentre si trovava tra i banchi di scuola. Soccorsa immediatamente, sottoposta ad intervento, dopo 5 giorni di decenza, è riuscita a riprendersi totalmente e a tornare a casa

Treviso, 13enne colpita da ictus tra i banchi di scuola: salvata dall'immediato soccorso

È accaduto in una scuola di Treviso. Una ragazzina di appena 13 anni, originaria di Belluno, ha avuto un ictus. Durante l’attività fisica che stava sostenendo ha improvvisamente perso la mobilità del braccio e della gamba dal lato sinistro, oltre che a perdere lucidità. L’insegnante presente non ha esitato a chiamare i soccorsi. L’equipe medica giunta sul posto, di fronte la gravità della situazione, ha pensato bene di condurre la piccola paziente in elisoccorso immediatamente al pronto soccorso di Treviso, ospedale Hub con Stroke Unit di riferimento. Il neurologo che l’ha presa in carico l’ha tempestivamente sottoposta a risonanza magnetica e Angiotac. L’esito degli esami non hanno fatto altro che dare la conferma a ciò che già si supponeva. La piccola era stata colpita da un’embolia con occlusione dell’arteria cerebrale media. I medici hanno deciso di intervenire subito con intervento chirurgico. In poche ore hanno rimosso il coagulo. Al suo risveglio la piccola ha ripreso perfettamente tutte le sue funzioni vitali. Dopo 5 giorni di degenza ha potuto lasciare l’ospedale e ritornare alla normale vita quotidiana.

Un caso eccezionale
Il caso che ha interessato la ragazzina è stato davvero eccezionale vista e considerata la rarità in cui si verificano gli ictus in questa così giovane età. Grazie all’intervento tempestivo dell’equipe medica e alla perfetta sinergia tra SUEM 118, Pronto Soccorso, Neuro-radiologia interventistica e Neurologia del Ca’ Foncello di Treviso, tutto si è risolto nel minor tempo possibile e si sono evitati danni ingenti. Il successo medico che ha già avuto il riconoscimento d’eccellenza per il percorso clinico dell’ictus è stato presentato a Treviso, nella giornata del 4 aprile, dal Direttore generale Francesco Benazzi.



Leggi anche: