Scroll to Top

Turismo 2016, più arrivi in Italia: incremento del +5,1% rispetto al 2015

Gli arrivi sono stati 4.422.878 e segnano un incremento del +5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. L’Italia segna dei dati assolutamente positivi. Nei primi tre mesi della stagione i turisti hanno speso nel Belpaese ben 5.840 mln di euro

Turismo 2016, più arrivi in Italia: incremento del +5,1% rispetto al 2015

Nonostante la difficile situazione internazionale, l’Italia segna dei dati assolutamente positivi per quanto riguarda gli arrivi. Si era già parlato, prima dell’inizio vero e proprio della stagione, che quest’anno gli italiani avrebbero scelto il loro Paese per trascorrere le vacanze estive. Le motivazioni si trovavano a cavallo tra la paura di eventuali attacchi terroristici e il budget decisamente ridotto rispetto agli anni precedenti. Ma c’è un però. Infatti il trend positivo non è segnato solo dagli italiani che hanno deciso di fare vacanza nelle città d’arte o in località di mare, ma soprattutto è segnato per merito degli stranieri. I dati Istat dei primi due mesi della stagione sono ottimi: gli arrivi, infatti, sono stati 4.422.878 e segnano un incremento del +5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, quindi del 2015. Ovviamente però quando si parla di turisti, si parla soprattutto di introiti per il nostro Paese. Ebbene, nei primi tre mesi della stagione i turisti hanno speso in Italia ben 5.840 mln di euro, andando a incrementare del +3,3% i risultati dello scorso anno, sempre nel medesimo periodo, con bel 184 milioni di euro in più. Complici di questo positivo trend, sicuramente i servizi offerti che rispetto agli anni passati sono decisamente migliorati.

Finalmente è possibile, infatti, connettersi praticamente ovunque. Sono diverse le strutture ricettive che consentono ai propri clienti di connettersi cono un servizio di infostrada fibra o di altri operatori, dando così la possibilità di rimanere in rete anche nella maggior parte delle località di mare dove fino a qualche tempo fa era impensabile perfino sperare in una connessione. Ovviamente questo non significa solamente che gli ospiti delle strutture potranno collegarsi con il loro device o con quelli messi a disposizione dalla struttura ma soprattutto che si potranno effettuare pagamenti col pos rapidi e offrire a una qualità del servizio decisamente migliore, oltre che poter utilizzare con maggiore disinvoltura le carte di credito, molto usate proprio all’estero.

Assieme alla connessione, naturalmente, tutta la qualità ricettiva e l’ospitalità calorosa tipicamente italiana che affascina e fa sentire coccolato il turista. Naturalmente questi sono solo i primi dati pervenuti, si dovrà attendere ancora qualche mese per avere dei risultati più completi, ma se quanto fino a ora analizzato fosse confermato, almeno per questa stagione non ci sarebbe di che lamentarsi.



Leggi anche: