Scroll to Top

Usa, fuggitivo invia un selfie alla polizia: “L’altra foto non mi piace, cambiatela”

Un vanitoso fuggitivo, sospettato di vandalismo e coinvolgimento in incendi dolosi, non soddisfatto della sua foto segnaletica si è scattato un selfie per inviarlo alla polizia: «Ecco una foto migliore, l’altra è tremenda». La pronta risposta: «Grazie per l’aiuto, ma adesso gradiremmo che venisse a parlare con noi delle accuse che gli sono rivolte»

Usa, fuggitivo invia un selfie alla polizia: "L'altra foto non mi piace, cambiatela"

Una richiesta ai limiti dell’assurdo, tra vanità e sfacciataggine. L’interessato è un 45enne ricercato dalla polizia di Lima, nell’Ohio, che non soddisfatto della sua foto segnaletica ha inviato un selfie al dipartimento di polizia, raccomandandosi personalmente con gli inquirenti di farla sostituire perché troppo brutta. Perché il malvivente ci tiene eccome alla sua immagine! Lui è Donald Pugh, conosciuto da tutti con il nomignolo ‘Chip’, sospettato di vandalismo e coinvolgimento in incendi dolosi, e ricercato per mancata comparizione ad un’udienza. L’uomo dopo aver visto la foto che la polizia di Lima aveva scelto da allegare all’avviso di ricerca nei suoi confronti si è detto subito insoddisfatto per come era stato immortalato nello scatto. Così ha deciso di scattarsi un selfie ‘più adeguato’ e inviarlo al dipartimento di polizia. Ed eccolo con occhiali da sole, giacca in principe di Galles, camicia bianca ed espressione seria ma compiaciuta, mentre si trova alla guida della sua auto. A suo avviso, tutta un’altra cosa! «Ecco una mia foto migliore, l’altra è tremenda», ha scritto alla polizia dell’Ohio chiedendone la sostituzione. Lo scatto è stato postato su Facebook insieme alla risposta, diretta al fuggitivo con la giusta dose di ironia: «Questa foto è stata spedita dallo stesso sig. Pugh. Lo ringraziamo per esserci stato d’aiuto. Ma adesso ci piacerebbe se venisse a parlare con noi al Dipartimento di Lima a proposito delle accuse che gli sono rivolte».

In fuga e intervistato via radio: «Mi sto divertendo tantissimo» – Dopo l’assurda richiesta Donald Pugh continua la sua fuga dalla giustizia, forse troppo sicuro di sé. Adesso il malvivente ha guadagnato popolarità sui social e ha persino concesso diverse interviste via radio dichiarandosi molto divertito dalla situazione. Ma ha fatto male i conti. «Sta attirando l’attenzione su di sé, cosa che ci renderà più facile localizzarlo», ha infatti commentato la polizia. Probabilmente presto finirà la sua fuga, e soprattutto smetterà di ridere.



Leggi anche: