Scroll to Top

Sanremo: Raffaele Sollecito presenta la sua startup per inviare fiori ai defunti con un clic

L’ex imputato per l’omicidio di Meredith Kercher crea il nuovo sito per servizi funerari. La start up fungerà anche come social network. Il progetto sarà pronto in primavera. «Idea del 2005, da quando morì mia madre» è ciò che ha spiegato Sollecito

Sanremo: Raffaele Sollecito presenta la sua startup per inviare fiori ai defunti con un clic

E’ Raffaele Sollecito, l’ex imputato per l’omicidio di Meredith Kercher del 2007, a lanciare questa nuova startup funeraria: tramite un clic si potrà chiedere di far pulire la lapide o di portare un mazzo di fiori sulla tomba del proprio caro nel giorno del suo compleanno. Si potrà anche avere una foto, presa via satellite, dell’avvenuta operazione e sarà possibile condividere la stessa istantanea anche sui social. Una mappa inoltre potrà far visionare dov’è sepolto esattamente il caro estinto. E se si è in difficoltà nell’organizzare un funerale o il rito di commiato, il sito indirizzerà l’utente verso specialisti delle Agenzie Funebri catalogate, in un archivio che raccoglie anche cimiteri e Agenzie convenzionate, in modo tale che con un clic si potranno anche ordinare prodotti o pacchetti comodamente da casa. La piattaforma web “beonmemories.com” funzionerà anche come un comune social network: si potranno pubblicare scatti e video o postare racconti sul defunto, trovando affinità elettive con parenti di altri defunti, permettendo di crearsi nuove amicizie nate da un comune dolore. Questo è il sito web, creato da Raffaele Sollecito ora 32enne ed ex imputato di concorso in omicidio con Amanda Knox, assolti entrambi il 27 marzo 2015. Il neo imprenditore ha presentato il suo progetto al Palafiori di Sanremo, con gli eventi attinenti al Festival della Canzone Italiana. Attualmente però, la piattaforma è ancora “work in progress”, ma sarà pronta per i primi di marzo.

L’idea dalla morte della mamma
Come spiega Sollecito, l’idea è un mix tra i social network ed un negozio online ed un «profile-commerce» come definito dal suo creatore. Dal sito si potranno acquistare corone di fiori a partire da 45 euro, si potranno ottenere composizioni votive personalizzate, o un servizio di pulizia della lapide, a partire da 20 euro. Ma i guadagni della società giungeranno solo dagli ordini, come illustrato da Sollecito: «Il guadagno arriverà dalle commissioni su ogni servizio acquistato. In più venderemo parte del codice sviluppato e il censimento di tutti i cimiteri italiani». Questa illuminante idea si è susseguita con la morte della mamma del creatore, come spiegato a “Vanityfair.it”: «L’idea mi era già venuta nel 2005. Quando morì mia madre. Cercai in tutti i modi di commemorarla a distanza, di far portare un mazzo di fiori, ma non riuscì a farlo» dice l’imprenditore. Con i 66mila euro della Regione Puglia, Sollecito, che attualmente è tornato a vivere a Giovinazzo, ha già messo su una squadra ben formata: uno stagista, un segretario e un altro ragazzo che è impegnato part-time. La startup dedicata alla commemorazione dei defunti è un progetto di cui Sollecito è molto soddisfatto: «Saremo pronti e operativi in primavera. Sono molto contento» e riguardo alle ironie sulla rete che già iniziano ad invadere il web, spiega: «Sì ma non mi spaventano. Ai commenti molesti e inopportuni ci sono abituato da anni. E in questo caso un po’ di curiosità non farà male».



Leggi anche: