Scroll to Top

Venafro, infermiera uccide padre della collega: non accettava il trasferimento

Sentimenti di vendetta alla base dell’omicidio di Celestino Valentino, 76 enne casertano, ucciso con la soda caustica. L’infermiera ritenuta colpevole, non voleva essere trasferita. Quando ha saputo che la sua collega, figlia della vittima, sarebbe rimasta nella struttura, ha deciso di fargliela pagare

Venafro, infermiera uccide padre della collega: non accettava il trasferimento

Il sentimento d’invidia le ha annebbiato la mente. Questo il motivo che ha spinto un’infermiera, di circa quarant’anni, a compiere un gesto meschino e folle. La donna dipendente all’ospedale Santissimo Rosario di Venafro, in provincia di Isernia, ha ucciso Celestino Valentino, 76 enne originario di Pratella, in provincia di Caserta. Lo ha avvelenato con della soda caustica. La donna non accettava che da lì a pochi giorni doveva lasciare la struttura per essere trasferita. Quando ha saputo che la sua collega, figlia della vittima, sarebbe rimasta al Santissimo Rosario, ha deciso di fargliela pagare. Ha scatenato la sua rabbia sul povero padre ricoverato nella struttura per un ictus dalla quale stentava a riprendersi. Era stato proprio l’anziano malato, a evitare alla figlia, infermiera, il trasferimento: la donna era indicata come assistente del genitore in base alla legge 104, per questo necessitava di rimanere all’interno della struttura. «S’indaga per omicidio volontario, le indagini sono ormai concentrate su una pista precisa», ha dichiarato il procuratore capo di Isernia, Paolo Albano, che coordina l’inchiesta in prima persona.

Morto dopo immani sofferenze
L’acido gli stava corrodendo gli organi interni ma Celestino Valentino, 76 enne, ha lottato fino alla fine tra dolori lancinanti. Celestino non è morto per i postumi dell’ictus. Ma per l’ulteriore conferma si aspetta l’esame dell’autopsia. I carabinieri hanno raccolto diversi elementi che sembrano condurre in un’unica soluzione. Gli investigatori dell’arma sarebbero venuti in possesso anche di un video che riprende la donna mentre acquista la soda caustica in un negozio di detersivi.



Leggi anche: