Scroll to Top

“Aquarius”, la nuova serie tv di Sky Atlantic: il lato oscuro degli anni Sessanta

Ieri sera è andata in onda su Sky Atlantic la serie “Aquarius”, incentrata sulla terrificante figura di Charles Manson e della sua setta di fanatici che nel 1969 massacrò la moglie di Roman Polanski, Sharon Tate. Protagonista l’ex X-Files David Duchovny

"Aquarius", la nuova serie tv di Sky Atlantic: il lato oscuro degli anni Sessanta

E’ sbarcata anche in Italia, su Sky Atlantic, la serie americana “Aquarius”, che prende il titolo da una canzone che proviene dal musical “Hair”, dedicato alla contestazione degli anni Sessanta e alla guerra in Vietnam. Da ieri sera, la serie va in onda sul canale Sky alle 21.10. Essa racconta, ovviamente, gli anni Sessanta, ma sotto un’altra prospettiva, molto più sinistra e poco consolante: non più colori smaglianti, hippy felici e canzoni nostalgiche, questa volta si parla del lato oscuro degli anni della contestazione. Sì, ci saranno stati la libertà sessuale, i cambiamenti di mentalità, il Sessantotto e la musica rock, ma è anche vero che è con gli anni Sessanta che iniziano il consumo indiscriminato delle droghe, i primi sbandamenti giovanili e, soprattutto, la guerra in Vietnam che segnò alcune generazioni di giovani statunitensi. Ed inoltre, inizierà proprio in questi anni ad emergere il ripiegamento della società su sè stessa, con la paura di non poter più uscire di casa che si insinua nelle grandi città e nei loro sobborghi, insieme al proliferare di serial killer e sette inquietanti. In quegli anni sorse la figura minacciosa del truce Charles Manson, attualmente in carcere dove sta scontando l’ergastolo, ispiratore della famosa strage di Cielo Drive (1969), un quartiere di Los Angeles, in cui perse la vita l’attrice Sharon Tate, moglie di Roman Polanski e incinta all’ottavo mese.

"Aquarius", la nuova serie tv di Sky Atlantic: il lato oscuro degli anni Sessanta

Un thriller che gira attorno a Manson e alla sub cultura giovanile anni Sessanta – Ed è intorno a Manson che ruota la storia di “Aquarius”, un poliziesco che si muove lungo una Los Angeles che sta accettando il nuovo corso sociale, ma deve anche vedersela con le schegge impazzite della contestazione, come appunto Charles Manson. Non solo, ma la serie segna il ritorno sul piccolo schermo di David Duchovny, il mitico detective Fox Mulder del telefilm cult degli anni Novanta “X Files”, questa volta nei panni di Sam Hodiak, un veterano della Seconda Guerra Mondiale che svolge il lavoro di detective della omicidi di Los Angeles. Hodiak si ritrova ad investigare sul caso di alcune ragazzine scomparse, tra cui la 16enne Emma, figlia della sua ex fidanzata. Gradualmente, l’investigatore si troverà sulle tracce di Manson e della sua setta. Il primo episodio della serie sarà visibile per una settimana sul sito online di Sky Atlantic, skyatlantic.it/aquarius.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: