Scroll to Top

Canada: ragazza riceve premio come più brutta della scuola, la sua reazione zittisce tutti

Lynelle è considerata una delle più brutte ragazze della scuola, la sua vita è cambiata dopo la risposta che ha dato ai compagni che l’hanno votata. Molti, anche se non sono suoi compagni di scuola, la sostengono

Canada: ragazza riceve premio come più brutta della scuola, la sua reazione zittisce tutti

Tutti abbiamo fatto, durante le nostre scuole medie e superiori, delle classifiche de “il più bello”, “il più brutto”, “il più simpatico”. Queste classifiche non sono andate nel dimenticatoio, anche al giorno d’oggi ci sono ancora, ma la cosa peggiore è che purtroppo ci vanno molto di mezzo i social network e le opinioni sulla bellezza, sulla simpatia o bruttezza aumentano di valore e hanno il potere di ferire mortalmente l’autostima di un ragazzo o di una ragazza in età adolescenziale. Probabilmente è quello che sarebbe successo a Lynelle Cantwell se non avesse reagito al suo 4° posto nella classifica dei più brutti. Lynelle ha 17 anni, è una ragazza canadese che studia alla Holy Trinity Regional High. Nella sua scuola, ultimamente è partito un sondaggio per votare la ragazza più brutta della scuola. Ma non un semplice voto tra qualche amico scritto con carta e penna, ma un sondaggio su un social network che quindi includeva tutta la scuola. Ask.fm, è un sito web molto in voga tra gli adolescenti di tutto il mondo: poni una domanda su un profilo di un’amico o di un estraneo e quello/a a cui appartiene il profilo ti risponde. Si possono postare foto, gif, video e tramite una domanda si possono iniziare anche sondaggi. A quanto pare qualcuno ha fatto partire questo tipo di classifica nella scuola di Lynelle e ha dato un voto quasi tutta la scuola. Molti sono quelli che hanno votato lei, facendola finire al 4° posto della classifica. Sui social sono seguiti anche insulti a sua insaputa scrivendo su di lei che è più simile ad un topo che ad un essere umano. Dopo che insultarla o schernirla senza che lei ne sapesse niente non bastava più, hanno iniziato ad insultarla direttamente anche nei corridoi della scuola. Lynelle ha iniziato a chiedersi il motivo di questo accanimento su di lei, e qualche suo amico finalmente gliel’ha riferito facendo reagire la 17enne in un modo che nessuno si aspettava.

Lynelle in preda all’ira scrive: «Solo perché non siamo perfette, non vuol dire che siamo brutte» – La ragazza ha deciso di rispondere al fuoco, con il fuoco, pubblicando un post sulla sua bacheca di Facebook, dedicato a tutti i suoi compagni di scuola che lei ha reputato superficiali e privi di etica: «A chi ha fatto il sondaggio: mi dispiace che la tua vita sia così infelice da dover rovinare quella degli altri. Alle dodici persone che mi hanno votato: mi dispiace anche per voi. Mi dispiace che non mi conosciate come persona. So di non essere bellissima da guardare, so di avere il doppio mento e la taglia XL. Ma mi dispiace per voi, non per me. Mi dispiace che vi divertiate solo facendo sentire le persone una m***a. Mi dispiace che non avrete mai l’opportunità di conoscermi come persona. Non sarò bella da vedere fuori, ma sono simpatica, gentile, disponibile, comprensiva e chiacchierona. E lo stesso vale per le altre ragazze che avete messo nella classifica. Solo perché non siamo perfette, non vuol dire che siamo brutte. Se per voi l’idea di bellezza è quella, mi dispiace molto. Sapete che vi dico? Fatevi una vita». Il post è piaciuto (e continua a crescere in quanto a ‘mi piace’) a 2570 persone; ha ricevuto 450 commenti di sostegno da parte di molti, anche estranei; è stato condiviso 4522 volte. Il suo commento ha fatto il giro del mondo, ma quello che ha scritto è la miglior risposta che i suoi compagni di classe si meritavano. Adolescenti senza scrupolo alcuno, con l’intenzione di divertirsi senza pensare ai sentimenti altrui. Lynelle ha dato loro una vera lezione di vita nonostante la sua giovane età.



Leggi anche: