Scroll to Top

Checco Zalone torna al cinema con “Quo vado”: racconta la vita di un giovane precario

Già annunciato da mesi, uscirà il prossimo 1 gennaio in tutte le sale italiane il film “Quo vado”, quarta fatica del comico barese Checco Zalone; la pellicola racconta la vita di un giovane precario nel Nord Europa e vanta i camei di Lino Banfi e Maurizio Micheli

Checco Zalone torna al cinema con "Quo vado": racconta la vita di un giovane precario

A Capodanno approderà nei cinema italiani il nuovo film con protagonista Checco Zalone, “Quo vado”; prodotto da Taodue e distribuito da Medusa, è la quarta fatica cinematografica del comico barese dopo “Cado dalle nubi”, “Sole a catinelle” e “Che bella giornata”. Il film è diretto da Gennaro Nunziante e ha come protagonisti, oltre a Zalone, attori celeberrimi come Lino Banfi, Maurizio Micheli, Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco e Ludovica Modugno. La trama: Checco è un vero e proprio bamboccione secondo la massima di Padoa Schioppa di qualche anno fa. Eterno Peter Pan, non vuole andarsene da casa dei genitori, ha la fidanzata storica ma non vuole decidersi a sposarla e vive di uno stipendio sicuro (almeno questo) per un lavoro nella pubblica amministrazione. Insomma, può anche fare l’immaturo a vita; ma un giorno la sua situazione cambia repentinamente dopo una riforma del governo che sembra spingerlo ad una scelta: andare lontano o rassegnare le dimissioni, come vorrebbe fare una terribile dirigente ministeriale che lo spedirà fino in Norvegia per raggiungere il suo obiettivo.

Già usciti tre teaser trailer della pellicola
La vita di Checco cambia profondamente e il resto lo vedremo il prossimo 1 gennaio 2016; nel frattempo, per promuovere la pellicola la produzione non si è affidata ai trailer tradizionali che rielaborano materiale visivo estrapolato direttamente dal film. Zalone e il regista hanno infatti preferito tre teaser trailer appositi, della durata di un minuto e mezzo ciascuno, che riproducono alcune situazioni divertenti in cui il film viene pubblicizzato: in farmacia, dallo psicologo e dal papa. Una scelta azzeccata per rilanciare il film a più riprese in vista dell’imminente arrivo nelle sale.



Leggi anche: