Scroll to Top

Omicidio Loris Stival: si aggrava la posizione di Veronica Panarello

Si è aggravata ulteriormente la posizione di Veronica Panarello, madre del piccolo Loris Stival, del cui omicidio è accusata: ieri la Procura di Ragusa ha contestato alla donna anche la premeditazione, oltre all’omicidio volontario aggravato e all’occultamento di cadavere

Omicidio Loris Stival: si aggrava la posizione di Veronica Panarello

Veronica Panarello, in carcere con l’accusa di aver ucciso il figlio di 8 anni Loris Stival il 29 novembre 2014 a Santa Croce Camerina (Rg), vede aggravarsi la propria posizione; ieri mattina, nel corso dell’udienza davanti al gup di Ragusa, la Procura ha contestato alla donna anche la premeditazione, oltre alle accuse già formulate di omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere. E’ stato deciso che la giovane donna sarà giudicata con rito abbreviato, condizionato da una perizia psichiatrica; lo ha deciso Andrea Reale, gup di Ragusa, accogliendo la richiesta del legale della Panarello, l’avvocato Francesco Villardita. Intanto, alcuni parenti della donna, dopo le insinuazioni e le polemiche dei mesi scorsi, hanno deciso di restarle comunque accanto: «Credo che Veronica non abbia ucciso Loris – ha dichiarato Antonella Stival, zia del marito dell’imputata – sono superconvinta che non ha assassinato suo figlio. La mia è una vicinanza come un atto dovuto, oltre ogni ragionevole dubbio. Neanche i cani si abbandonano – ha poi aggiunto la donna – e quindi manco gli esseri umani quando sbagliano. La sua nuova verità? Non lo so, forse è uscita fuori di testa, ma se fosse così avrà il mio sostegno ancora più forte. Il nostro obiettivo è cercare la verità e fare in modo che Loris abbia giustizia, io faccio solo la zia e credo solo in Dio e non nelle bugie umane».

Il legale di Veronica ha richiesto un’ulteriore perizia psichiatrica e depositato un’altra sulla morte di Loris – Il legale di Veronica Panarello, durante la stessa udienza, ha richiesto una perizia in base all’articolo 422 del codice penale, il quale prevede che essa si svolga durante l’udienza preliminare o in subordine con un incidente probatorio. Il difensore Villardita ha inoltre depositato un’altra perizia medico-legale sulla morte del piccolo Loris.



Leggi anche: