Scroll to Top

Gotham, prima stagione: anticipazioni e trame degli episodi di martedì 22 dicembre

James Gordon prova a portare la giustizia a Gotham, una città dove i crimini sono all’ordine del giorno e dove regnano follia e corruzione. Ma la sua è un’ardua impresa e, al momento, impossibile, perché in scena c’è una durissima guerra tra boss che porterà solo sangue e morte: Maroni tenta la sua ascesa, mentre Fish vuole sbarazzarsi di Falcone a tutti i costi e Oswald, ritornato in città, continua a fare il doppio gioco

Gotham, prima stagione: anticipazioni e trame episodi di martedì 22 dicembre

Gotham è finalmente sbarcato su Italia Uno con la sua prima avvincente stagione. Il capolavoro di Bruno Heller racconta le origini di eroi e cattivi dell’universo di Batman e lo stretto legame tra Bruce Wayne (David Mazouzè), ancora bambino, e James Gordon (Benjamin McKenzie), detective alle prime armi giunto a Gotham per cercare di portare giustizia in una città dove regnano crimine e corruzione e dove dilagano sempre più follia e caos. Nei primi episodi il detective Gordon insieme al collega Harvey Bullock (Donal Logue), ha fatto i conti con diversi criminali e conosciuto la realtà di Gotham, dove avrà inizio una lunga guerra tra boss. Fish Mooney (Jada Pinkett Smith) vuole sbarazzarsi di Carmine Falcone (John Doman), boss numero uno a Gotham, e incarica uno dei suoi sicari di causare un incidente all’amante del mafioso; mentre Oswald Cobblepot (Robin Lord Taylor), detto Pinguino, il più furbo e calcolatore ai servizi della Mooney, inizia a fare il doppio gioco tradendola, scatenando l’ira di quest’ultima che lo colpisce più volte alla gamba con una mazza d’acciaio, tanto che tutti lo prendono in giro per la sua camminata simile a quella di un pinguino, e lo allontana dalle sue grazie. Quando Falcone, per volere di Fish, intima a Gordon di uccidere Oswald per fargli capire di seguire le regole di Gotham, Jim fa credere a tutti di averlo fatto fuori, ma in realtà gli risparmia la vita consigliandogli di andare via per sempre. Ma Pinguino è tornato e vuole vendetta.

Trama e riassunto quarto episodio – Arkham (1×04)
Pinguino si presenta alla porta di Barbara (Erin Richards), fidanzata di Jim Gordon, con il nome di Peter. Il detective è agitato per il suo ritorno, consapevole che Falcone li ucciderà entrambi se viene a sapere che è ancora vivo. Ma Oswald lo rassicura informandolo che avrebbe fatto da spia al boss e che tutto era stato pianificato nei dettagli. Intanto un criminale inizia ad uccidere alcuni consiglieri comunali corrotti ai servizi di Falcone e Maroni. Si capisce subito che la faccenda è correlata al voto sull’appalto di Arkham, a cui ambisce Falcone. Tra i boss inizia la guerra e i sicari di Falcone rapinano il ristorante di Maroni, dove ha trovato lavoro Pinguino. Quest’ultimo, che deve tanto a Jim e si dice suo amico, gli concede alcune informazioni che lo portano a scoprire che la prossima vittima del killer è il sindaco. Così parte la sua missione: salvare il sindaco e fermare il folle criminale. Alla fine viene a galla l’inganno dell’astuto Oswald. Non erano stati i sicari di Falcone a rapinare il ristorante di Maroni, ma gli uomini di Oswald. Il ragazzo ha volutamente messo contro i due boss facendo iniziare una guerra tra i due e farsi strada nel mondo della criminalità. E per non lasciare tracce uccide i sicari che aveva assoldato per rapinare il ristorante. Fish intanto decide di assumere una nuova ragazza al locale, che sarà la sua nuova arma contro Falcone. La scelta è fra due candidate, così la criminale indecisa le obbliga a lottare e la vincitrice, Liza, viene assunta. L’appalto di Arkham viene diviso tra Maroni e Falcone: il primo avrà il sito delle discariche, mentre Falcone avrà quello delle case popolari. Un duro colpo per il boss numero uno che da sempre ha avuto tutto il pacchetto, e mentre Maroni si prepara all’ascesa, Fish vuole dargli il colpo di grazia, e lo farà grazie a Liza.

Trama e riassunto quinto episodio – Viper (1×05)
A Gotham circola una nuova droga, chiamata “viper”, che dona a chi la acquisisce una forza disumana per poi morire pochi minuti dopo. Gordon scopre che lo spacciatore ha un orecchio mutilato e risale a un’azienda, succursale della Wayne Enterprises, da cui proviene il viper. Intanto Maroni vuole rapinare il casinò di Falcone e Oswald, ormai quasi scoperto dal boss, gli rivela la sua vera identità e tutto quello che Gordon ha fatto per lui. Così Maroni chiede al poliziotto quali siano i suoi segreti e Jim gli dice tutto, salvando ancora una volta Oswald. Gli dice che Falcone è dietro l’omicidio dei coniugi Wayne, e che Fish gli aveva ordinato di uccidere Oswald dopo aver scoperto che faceva il doppio gioco con la Grandi Crimini, ma che lo ha risparmiato inscenando un falso omicidio. Maroni gli crede e lo lascia andare. Lo spacciatore, identificato come Stan Potolsky, vuole uccidere molte persone con il viper ad una festa della Wayne Enterprises, ma Gordon riuscirà a fermarlo. Maroni e Pinguino rapinano il casinò di Falcone, mentre Fish cospira alle spalle di Falcone, che intanto conosce, non proprio casualmente, Liza, istruita dalla stessa Fish per avvicinarsi a lui e aiutarla a colpirlo quando arriverà il momento giusto.

Trama e riassunto sesto episodio – Lo spirito del capro (1×06)
Bullock si ritrova davanti ad un omicidio simile a quello di dieci anni prima ad opera di un serial killer e deve combattere con il passato e soprattutto con il ricordo di Randall Milkie, colui che si faceva chiamare lo “Spirito del Capro” e che rapiva e uccideva ragazze di famiglie facoltose, prima di essere ucciso dallo stesso Bullock. Quando lo Spirito del capro rapisce l’ennesima ragazza Bullock e Gordon decidono di recarsi nello stesso edificio abbandonato in cui morì Milkie 10 anni prima, salvando la ragazza e arrestando invece il criminale, Raymond Earl. Alla fine scopriranno che i due criminali hanno agito per volere della dottoressa Marks, che li obbligava ad uccidere tramite ipnosi. Montoya e Allen arrestano Gordon per l’omicidio di Oswald, sulla testimonianza di un senzatetto che ha visto il detective sparare a Pinguino, inconsapevoli del fatto che era tutta una messinscena. Ma alla fine proprio Oswald si presenta al dipartimento sotto lo stupore generale per scagionare Jim.



Leggi anche: