Scroll to Top

Londra: picchiata, chiusa in valigia e gettata in un canale. Fermato il fidanzato

Alcuni passanti hanno testimoniato di averlo visto gettare la valigia nel Grand Union Canal, ma Kocik continua a dichiararsi innocente. Il motivo del delitto sarebbe una forte crisi di gelosia

Londra: picchiata, chiusa in valigia e gettata in un canale. Fermato il fidanzato

Ha picchiato brutalmente la fidanzata, poi l’ha chiusa in una valigia e gettata nel fiume. L’assurda notizia viene da Harlesden, a nord-ovest di Londra, dove viveva la giovane coppia. Da quanto riportato pare che alla base del folle gesto ci sia la forte gelosia di lui, Tomasz Kocik, nei confronti della sua fidanzata, Martusia Ligman. La donna è stata uccisa circa una decina di giorni fa, ma il suo cadavere è stato ritrovato solamente ieri all’interno di una valigia che galleggiava sul Grand Union Canal. Il suo corpo è stato già sottoposto ad autopsia e gli esperti vi hanno rivelato la presenza di ferite gravissime riportate come conseguenza del pestaggio. Lo confermano anche lividi e costole rotte che provano quanto sia stata grande la violenza del fidanzato. Tuttavia non è ancora chiaro se la causa del suo decesso sia dovuta o meno al pestaggio. Durante le indagini le autorità locali hanno scoperto che l’uomo era estremamente geloso e possessivo nei confronti della fidanzata e andava su tutte le furie per futili motivi. Pare inoltre che la aspettasse ogni giorno fuori dall’ufficio per riaccompagnarla a casa, per evitare che potesse accettare passaggi da qualche collega o si imbattesse in qualcuno sui mezzi cittadini, e che la chiamasse durante le ore di lavoro per accertarsi che fosse davvero lì e non gli mentisse. Era letteralmente ossessionato. La ragazza però iniziava a non tollerare più i suoi atteggiamenti e il rapporto si deteriorava giorno dopo giorno, e giorno dopo giorno Kocik diventava sempre più violento fino a giungere a compiere un gesto così disumano nei confronti della ragazza che diceva di amare follemente. E follemente avrebbe gettato il corpo di Martusia nel canale dopo averla picchiata a morte.

Il fidanzato si dichiara innocente
Il nome del ragazzo è finito sul registro degli indagati dopo la segnalazione di alcuni testimoni che avrebbero riferito alla polizia di averlo visto gettare una valigia nel canale. Così è partita la ricerca, fino al ritrovamento del cadavere. Nonostante le testimonianze Kocik continua però a dichiararsi innocente e completamente estraneo alla vicenda. Le indagini continuano.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: