Scroll to Top

Omicidio stradale: passa l’ok della Camera, ora si rischia fino a 12 anni di carcere

La Camera ha votato la proposta di legge sull’omicidio stradale; adesso, chi viene ritenuto colpevole di tale reato rischia fino a dodici anni di carcere. Il testo passa ora all’esame del Senato

Omicidio stradale: passa l'ok della Camera, ora si rischia fino a 12 anni di carcere

La Camera ha dato il via libera ieri alla proposta di legge che riguarda l’omicidio stradale; il provvedimento è passato con 276 voti favorevoli e 20 contrari, mentre il Movimento Cinque Stelle si è astenuto. Il testo passerà ora sotto la lente del Senato. In sintesi, pubblichiamo le novità introdotte dalla nuova legge. Omicidio stradale: L’omicidio stradale non sarà più colposo, ma diventa un reato a sè ed è strutturato su tre varianti; in primo luogo, persisterà la pena già applicata oggi (da 2 a 7 anni) nell’ipotesi base, cioè quando la morte sia stata causata violando il codice della strada. Ma ci sarà l’inasprimento della pena negli altri due casi: chi infatti investirà e causerà la morte di una persona guidando in uno stato di ebbrezza grave, o sotto l’effetto di droghe, subirà una pena tra gli 8 e i 12 anni di carcere. Se il tasso alcolemico sarà invece leggero è prevista una pena dai cinque ai dieci anni, applicabile anche quando viene appurato che l’incidente sia stato causato da condotte di elevata pericolosità, come eccesso di velocità, guida contromano, infrazioni ai semafori, sorpassi e inversioni a rischio.

Lesioni stradali: ci sarà un inasprimento anche per le lesioni stradali. Le pene aumenteranno in caso di automobilista drogato o ubriaco, da 3 a 5 anni per le lesioni gravi e da 4 a 7 per quelle gravissime. Se invece l’incidente viene provocato da manovre pericolose, ci sarà il carcere da un anno e 6 mesi a tre anni per le lesioni gravi e da 2 a 4 anni per le gravissime. L’ipotesi più grave di omicidio stradale e di lesioni si applicherà anche ai conducenti di mezzi pesanti.

Fuga del conducente: ci sarà l’aumento della pena se l’automobilista fugge dal luogo dell’incidente, 5 anni per l’omicidio e 3 per le lesioni. Previste aggravanti se si causa la morte di più persone oppure se si guida sprovvisti di patente o assicurazione. Non ci sono le attenuanti per alcune circostanze aggravanti, ma la pena può essere dimezzata se viene provata la colpevolezza anche della vittima.

Revoca patente: In caso di condanna, la patente sarà automaticamente revocata e potrà essere di nuovo conseguibile dopo 15 anni (per omicidio) oppure 3 anni (per lesioni). In caso di ipotesi più gravi, il termine può essere raddoppiato.

Raddoppio prescrizione: Raddoppio di prescrizione e arresto obbligatorio in caso di omicidio stradale grave (droga o alcol). In altri casi, l’arresto è facoltativo.

Perizie coattive: Nel nuovo provvedimento, il giudice potrà ordinare anche d’ufficio il prelievo coattivo di campioni biologici per determinare il Dna e, in casi di ritardo delle indagini, potrà farlo anche il pm.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: