Scroll to Top

Pakistan, 17enne bruciata viva dalla madre: era fuggita per sposare l’uomo che amava

Era fuggita per sposare l’uomo che amava, disobbedendo così ai familiari che volevano darla in moglie ad un altro uomo: 17enne legata, cosparsa di cherosene e data alle fiamme dalla stessa madre. L’assassina ha poi confessato il folle gesto

Pakistan, 17enne bruciata viva dalla madre: era fuggita per sposare l'uomo che amava

È stata bruciata viva dalla madre, per il semplice fatto di aver sposato l’uomo che amava e non quello scelto per lei dalla sua famiglia. La vittima è Zeenat Rafiq, una 17enne di Lahore, in Pakistan, che solo pochi giorni prima dell’orribile delitto aveva deciso di disobbedire ai parenti per diventare la moglie dell’uomo che amava, Hassan Khan. Secondo quanto riportato da fonti locali pare che la madre della ragazza, Parveen, abbia prima legato la figlia, per poi ricoprirla di cherosene e darle fuoco. La donna è stata poi rintracciata dalla polizia, interrogata e, dopo aver confessato il delitto, arrestata con l’accusa di omicidio. Ascoltati anche alcuni vicini di casa della vittima, che avrebbero udito le urla insistenti della 17enne. Secondo gli agenti di polizia l’assassina non avrebbe agito da sola, ma sarebbe stata aiutata da un altro dei suoi figli, fratello di Zeenat. Sul corpo della vittima anche segni di percosse e strangolamento. A dare la sua testimonianza il marito della giovane donna, il quale ha raccontato di come la suocera si era presentata nell’abitazione dei due coniugi insieme ad un altro zio per convincere la figlia a tornare a casa e celebrare le nozze tradizionali che desideravano per lei. La 17enne aveva quindi implorato il neo-marito di non lasciarla andare via con loro, certa che le avrebbero fatto del male. E in effetti è stata poi uccisa dalla stessa madre.

Ogni anno centinaia di ragazze uccise dai familiari
Quello di Zeenat Rafiq è solo uno dei tanti omicidi del genere che si susseguono in Pakistan, un Paese dove ogni anno vengono uccise dai loro stessi familiari centinaia di giovani donne. Solo poche settimane fa una ragazza appena maggiorenne è stata torturata e uccisa per aver rifiutato una proposta di matrimonio, mentre pochi giorni dopo un’altra ragazzina è stata uccisa per aver aiutato una sua amica a fuggire di casa per sposare l’uomo che amava.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: