Scroll to Top

Quinta Giornata del Fiocchetto Lilla per chi soffre di disturbi alimentari

Si è conclusa il 15 marzo 2016, la quinta Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla. Diverse piazze si sono messe a disposizione dell’associazione che s’impegna ad aiutare i giovani che soffrono di disturbi del comportamento alimentare. Molte fontane sono state illuminate di lilla

Quinta Giornata del Fiocchetto Lilla per chi soffre di disturbi alimentari

Ieri, 15 marzo 2016, si è conclusa la quinta Giornata del Fiocchetto Lilla. L’associazione del fiocchetto lilla, “Mi Nutro di Vita”, fondata da Stefano Tavilla, è nata 5 anni fa. Quest’ultima s’impegna ad aiutare i giovani a combattere i disturbi del comportamento alimentare che si trovano ad affrontare giornalmente. Casi quali, anoressia nervosa, abulimia nervosa e binge-eating disorder, sono problematiche che ad oggi vedono protagonisti diversi ragazzi. Lo stesso fondatore, nonché Presidente dell’associazione, il signor Tavilla ha visto andare via la stessa figlioletta Giulia per abulimia nervosa. In Italia, l’Associazione di Dietetica e Nutrizione Clinica ha stimato circa 3 milioni di giovani che soffrono di disturbi del comportamento alimentare, 95,9% sono donne e il 4,1% uomini. «I disturbi del comportamento alimentare sono malattie complesse e insidiose della sfera psichica con gravi ripercussioni sullo stato nutrizionale, caratterizzate dall’ossessione dell’immagine corporea, del peso e del cibo», afferma Massimo Vincenzi, consigliere della Fondazione. «Proprio perché legate alla sfera psichica, uno degli aspetti più preoccupanti dei disturbi è legato alla individuazione precoce di queste patologie che necessitano di cure complesse e di un lavoro multidisciplinare», prosegue.

L’importante è intervenire subito e non rimanere indifferenti
Tutto inizia con una semplice dieta, bassa autostima ed eccessivo perfezionismo. Il soggetto in questione, potrebbe avere iniziato semplicemente mangiando una quantità di cibo inferiore o superiore rispetto al solito, ma a un certo punto, l’impulso a mangiare di meno o di più aumenta senza controllo. Se presa in tempo, la problematica può non andare incontro a conseguenze devastanti, per questo è importante intervenire ai primi campanelli d’allarme. Il Ministero della salute si sta impegnando a creare Linee di Indirizzo per la riabilitazione nutrizionale in ambito dei disturbi alimentari, con un Gruppo di Lavoro di esperti e rappresentanti regionali. Intanto ieri in diverse piazze si è svolta la Giornata del Fiocchetto lilla e diverse fontane sono state proprio illuminate dello stesso colore. Sensibilizzare le persone è un passo importante contro l’indifferenza.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: