Scroll to Top

Silvio Berlusconi sarà operato d’urgenza al cuore al San Raffale: ha rischiato la vita

Era arrivato in condizioni allarmanti al San Raffaele di Milano nella giornata dello scorso 5 giugno. Tra meno di una settimana l’ex presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, sarà operato. L’intervento comporterà la sostituzione della valvola aortica. Seguirà una riabilitazione di circa un mese. Il rischio dell’intervento è pari al 2-3%

Silvio Berlusconi verrà operato d'urgenza al cuore al San Raffale: ha rischiato la vita

Ha accusato un malore nella giornata dello scorso 5 giugno. Si trovava a Roma. Sotto invito del suo medico personale, Alberto Zangrillo, direttore dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale dell’ospedale San Raffaele, ha raggiunto immediatamente Milano. «Nella giornata di domenica, il presidente Berlusconi era a Roma ed ha manifestato i chiari segni di uno scompenso cardiaco. Ho parlato con lui, era mattina, l’ho invitato di ritornare a Milano e di transitare direttamente al San Raffaele. Evidentemente, lui in parte non mi ha ubbidito, perché ha voluto votare. Solo allora, nel pomeriggio, ci ha raggiunto. Da allora sono iniziati una serie di accertamenti progressivi, condotti con una strategia razionale in base ai segni che il medico coglie. Abbiamo avuto modo di completare tutti gli accertamenti mirati al distretto cardio-vascolare. Sono durati fino alla giornata di ieri e ci hanno consentito di identificare in modo esatto e certo una patologia della valvola aortica che si chiama insufficienza aortica», ha dichiarato lo stesso medico. «Silvio Berlusconi ha rischiato di morire: è arrivato in ospedale in condizioni severe, preoccupanti e ne era consapevole», ha proseguito.

Sarà sottoposto ad intervento per sostituire la valvola aortica
Tra meno di una settimana, Silvio Berlusconi, sarà sottoposto ad un intervento delicatissimo ma non rischioso. Il rischio è pari al 2-3%. «Berlusconi sarà sottoposto a un intervento per la sostituzione della valvola aortica. Gli accertamenti proseguiti fino a ieri hanno ci hanno consentito di identificare in modo esatto e certo la patologia della valvola aortica del presidente Berlusconi che si chiama insufficienza aortica. In questo caso, c’è un unico modo per correggerla ovvero la sostituzione della valvola aortica, è un intervento chirurgico», ha spiegato Zangrillo. «Silvio Berlusconi è una persona che vuole arrivare a 130 anni, all’inizio l’ha presa non volendoci credere, come un incidente di percorso abbastanza sgradevole. Poi l’ha presa con grande coraggio e determinazione. È un uomo che, esaurita la fase che è assolutamente necessaria di metabolizzazione del problema, non ha avuto il minimo dubbio e si è affidato in modo pieno alla nostra responsabilità», ha proseguito. La valvola che verrà inserita nel ventricolo sinistro sarà biologica di origine animale.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: