Scroll to Top

Tessuti per zanzariere: dal cotone alla fibra di vetro

Scelti in base agli scopi, i tessuti per zanzariere sono diversificati per materiale e impieghi. Si può scegliere da tessuti di cotone, utilizzati anche per tendaggi, fino a fibre metalliche, in alluminio o acciaio. Esiste anche l’alternativa in fibra di vetro più resistente

Tessuti per zanzariere: dal cotone alla fibra di vetro

I tessuti per zanzariere possono essere svariati a seconda degli scopi. Tuttavia, si possono categorizzare in due grandi generi in base agli utilizzi e al materiale di cui sono composti. Soprattutto in quest’ultimo caso si possono differenziare i tessuti più articolati da quelli più semplici come ad esempio le zanzariere in cotone traforato. Spesso bianco per lasciar filtrare anche la luce solare, tali zanzariere però possono anche avere trama molto fitta, in grado di allontanare moschini, mosche, zanzare e insetti. Sono installabili anche come tende mobili davanti a finestre e balconi ed è la soluzione ideale per chi cerca un rimedio non fisso, per essere rimossa quando la stagione non lo richiede. Tuttavia, il cotone può attirare più polvere e polline. Inoltre, può essere più soggetta alle intemperie e alla luce del sole, diventando meno durevole rispetto alle zanzariere in metallo. Queste ultime, reperibili in alluminio o acciaio, vengono installate per zanzariere a rullo, fisse o con battente. Sono di trama molto fitta e stretta, con la capacità di proteggere e schermare da insetti di ogni sorta, filtrando polline e polveri, e in alcuni casi, anche l’inquinamento. Inoltre, sebbene non ne siano immuni, le zanzariere metalliche riescono a resistere più a lungo a intemperie, reggendo bene la luce del sole e il vento.

Zanzariere in fibra di vetro
In alcuni casi è possibile richiedere la versione di zanzariere pet resistant, vale a dire per proteggere l’infisso anche da graffi degli animali domestici quali gatti o cani. Tuttavia, si richiede anche la porticina per gli animali e riguardano zone che presentano anche un giardino o una zona verde. Vengono, infatti, spesso consigliate da professionisti d’infissi o geometri quando si ha a che fare con aree più soggette ad insetti e al sole battente, con possibilità di aggiungere l’opzione oscurante. Le zanzariere oscuranti sono realizzate con tessuti e trame più scure, nonché più fitte per rendere la propria abitazione protetta dal sole, che funga da soluzione termica sia d’estate che d’inverno. Sebbene esista la versione tenda, quindi al pari di un tendaggio vero e proprio, la versione zanzariera è reperibile in misurazioni standard e non adattabile.

Mentre, per chi cerca un espediente che funga anche da tende da sole, esistono prodotti in fibra di vetro e rivestito con composizioni chimiche speciali. Anche in questo caso viene corredato di installazioni fisse e a lunga durata: su zanzariere fisse, a rullo, meccanizzate, con piantane, gazebo o con porte finestre scorrevoli (con apertura verticale o orizzontale). Oltre ad essere più resistente della media, rappresenta una sicurezza in più anche in ambiente casalingo. Poiché, in caso di incendio, non funge da propagatore del fuoco. Può essere scelta anche in trasparente (versione panorama), oppure a righe a seconda delle proprie esigenze.

Leggi anche:

  • Nessun articolo correlato