Scroll to Top

Trapani, donna picchiata e violentata a Valderice: ritrovata agonizzante in un campo

La donna 57enne stava tornando a casa dopo un evento culturale a Valderice, una cittadina del trapanese, attorno alle due di notte. A pochi metri dalla sua auto, è stata aggredita, picchiata e s’ipotizza un tentato abuso. La donna, ritrovata agonizzante da un passante in un campo la mattina del 30 maggio, ora è sotto shock

Trapani, donna picchiata e violentata a Valderice: ritrovata agonizzante in un campo

È stata abbandonata in un campo, dopo esser stata malmenata, derubata e (s’ipotizza) anche violentata. La vicenda è accaduta a Valderice, nel trapanese, ad una donna di 57 anni, sposata e con un figlio che, dopo aver assistito con alcuni amici ad un’esibizione di poeti dialettali, un evento organizzato il 30 maggio dall’associazione cittadina “Gli amici della Casa del Poeta”, aveva deciso di rientrare a casa attorno alle 2 di notte. La donna, residente a Custonaci, a pochi chilometri da Valderice, era quasi arrivata alla propria auto quando è stata aggredita e trascinata nel campo agricolo che costeggia la strada provinciale da Valderice a Bonagia: malmenata, derubata, probabilmente anche violentata vista l’assenza di indumenti intimi, la donna sembra abbia subito la brutale violenza da una o più persone. A dare l’allarme è stata la madre della 57enne che, abitando nello stesso stabile della donna, non l’ha vista rientrare; il marito, addormentatosi nell’attesa che ritornasse, non si è accorto della sua assenza se non a prima mattina. A trovare la 57enne è stato un passante attorno alle 7 del mattino del 31 maggio, che la credeva morta: rinvenuta nello stesso campo dov’era stata tramortita, la donna era ancora agonizzante e con il volto coperto di lividi. L’uomo ha subito allertato le forze dell’ordine e i soccorsi.

La 57enne permane sotto shock
La donna, pochi minuti dopo il rinvenimento, è stata soccorsa e trasportata all’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani, e permane in prognosi riservata nel reparto di Neurologia, dove, come spiegato dal personale medico, viene controllata costantemente. L’azienda ospedaliera provinciale ha inoltre spiegato che, dopo le dovute analisi e dalle prime tac, sulla donna «sono state riscontrate diverse fratture mascellari e alle arcate orbitali, ecchimosi al volto, mentre la Tac ha riscontrato una leggera emorragia subaracnoidea, che per ora non necessita di trattamento». Per quanto riguarda la violenza carnale, la donna è stata trovata senza vestiti intimi, e s’ipotizza che abbia solo subito un tentato abuso. Per il momento risulta impossibile interrogare la 57enne per chiederle ulteriori informazioni sull’aggressione poiché risulta ancora in stato di shock. I medici dell’ospedale continuano con alcuni accertamenti clinici. Le indagini vengono portate avanti dai carabinieri che tentano di ricostruire la dinamica dell’incidente ancora poco chiara e sugli aggressori ancora a piede libero.



Leggi anche: