Scroll to Top

Virus Zika: contagio anche dopo aver avuto rapporti con persone infette

Non più solo la puntura della zanzara. Un uomo ha riscontrato il virus Zika dopo aver avuto un rapporto sessuale con una persona infetta che tornava dal Venezuela

Virus Zika: contagio anche dopo aver avuto rapporti con persone infette

Il primo caso, che attesta che il virus Zika si trasmette anche dopo aver avuto rapporti con una persona infetta, è avvenuto pochi giorni fa. Un uomo ha riscontrato il virus dopo aver avuto un rapporto sessuale con una persona infetta che tornava dal Venezuela. La ditta farmaceutica indiana, la Biotech International Limited, ha creato il primo vaccino contro Zika. Verrà testato sugli animali e sugli esseri umani. «Siamo probabilmente la prima società di vaccini al mondo ad avere presentato, circa nove mesi fa, una richiesta di brevetto», ha dichiarato Krishna Ella, a capo della compagnia farmaceutica con sede a Hyderabad. «Chi si è recato nei Paesi a rischio nelle ultime quattro settimane aspetti almeno 28 giorni prima di sottoporsi a un prelievo per la donazione», ha dichiarato la Croce Rossa Americana, fornendo inoltre un elenco delle aree geografiche interessate. Messico, Paesi dei Caraibi, America centrale e del Sud, le zone più interessate. Zika, però, è stato da poco dichiarato un’emergenza sanitaria globale da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità. Coinvolgendo principalmente i bambini, causando la microcefalia infantile. Una rara condizione neurologica in cui la testa del bambino è molto inferiore rispetto alle normali dimensioni.

Già 4mila casi di questa patologia, solo in Brasile
Nel solo Brasile, da ottobre a oggi sono stati registrati circa 4mila casi di questa patologia nei bambini. Ed è proprio dal Brasile che nel corso del 2016 dovrebbero iniziare i primi test sul campo del vaccino per la Dengue, l’unico finora per cui è stata autorizzata la somministrazione su larga scala. Una malattia infettiva tropicale. Mentre l’India e il Brasile si accingono a trovare una soluzione contro l’espansione del virus, in Europa è stato confermato un nuovo caso accertato di contagio del virus Zika. Interesserebbe un uomo tedesco reduce da un viaggio in Venezuela. L’uomo si era presentato in ospedale con i sintomi tipici del virus. I test compiuti presso l’istituto di medicina tropicale Bernhard-Nocht di Amburgo hanno confermato la presenza della malattia.

«Nessuno deve aver paura di venire ai Giochi»
«Eccetto magari le donne incinte, per le quali il timore è comprensibile, nessuno deve avere paura di andare alle olimpiadi di Rio de Janeiro, che inizieranno ad agosto», ha affermato Jaques Wagner, ministro brasiliano della Casa Civile, staff del presidente. «La mobilitazione nazionale in corso nel nostro Paese non è per via delle Olimpiadi», ha proseguito il ministro.


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: