Scroll to Top

Bologna, incendia il camper con dentro la figlia: arrestato padre di Halilovic

L’uomo è il padre di Sonic Halilovic, che sta scontando 6 anni per aver investito e ucciso nel 2012 un meccanico bolognese; durante la notte, ha dato fuoco al camper con all’interno la figlia di 18 anni bloccando anche la porta per impedirle di uscire. La ragazza è riuscita comunque a scappare

Bologna, incendia il camper con dentro la figlia: arrestato padre di Halilovic

Ha dato fuoco al proprio camper all’interno del quale stava dormendo la figlia di 18 anni; non solo, ma ha anche bloccato la porta per impedirle di uscire. La ragazza è riuscita comunque a mettersi in salvo mentre il padre è stato arrestato dalla polizia di Bologna per tentato omicidio. Adesso c’è la ricostruzione al vaglio degli inquirenti, basata unicamente sulla testimonianza resa dalla figlia agli agenti. L’uomo arrestato è Martin Halilovic, 43enne nativo di Pistoia anche se di origini bosniache. Un cognome e una parentela pesante quella di Halilovic: il quarantenne è infatti padre di Sonic, che quattro anni fa investì e uccise il meccanico bolognese Quinto Orsi, 76 anni, e per quell’omicidio sta scontando attualmente una pena di sei anni in carcere.

Incendia il camper con dentro la figlia: le dinamiche dei fatti
Martin Halilovic si trova adesso alla Dozza, stesso carcere del figlio, in attesa della convalida di arresto per i reati di incendio e tentato omicidio. La figlia ha raccontato alla polizia che nel pomeriggio c’era stata un’aspra lite tra i genitori e che la sera, intorno alle 23, mentre si stava per mettere a dormire nel camper in cui abitava con i genitori, parcheggiato in via Guelfa, ha improvvisamente sentito un odore pungente di alcol. Affacciatasi, ha visto qualcuno che stava spargendo del liquido infiammabile attorno al mezzo, ha urlato ed ha poi riconosciuto il padre il quale, almeno stando al racconto della ragazza, stava anche bloccando la porta per impedirle di uscire. La 18enne è comunque riuscita a salvarsi buttandosi da un finestrino; il camper è stato divorato e distrutto dalle fiamme, mentre l’uomo si è dato alla fuga. Rintracciato poco dopo, sulle prime ha tentato di negare di essere l’autore dell’incendio. Halilovic ha diversi precedenti alle spalle, tra cui dei reati contro il patrimonio e la persona ed anche maltrattamenti in famiglia.



Leggi anche: