Scroll to Top

Boom di contratti stabili nel mondo del lavoro, +48mila nel 2015

Boom di contratti stabili nel mondo del lavoro, +48mila nel 2015

Grandi novità dal mondo del lavoro: ad aprile 2015, i nuovi contratti di lavoro siglati sono stati oltre 756.926, con un saldo di 210.544 contratti in più, mentre le cessazioni sono state 546.382. I dati, molto positivi, sono stati raccolti dal ministero del Lavoro; sarebbero anche in linea con quanto registrato nell’aprile dello scorso anno, quando ci fu un incremento a 203.309 contratti, ma il saldo di quest’anno è notevolmente migliorato, con un +48.536 contratti a tempo indeterminato contro un -6.017 registrato nello stesso mese del 2014. Anche se la ricerca e le statistiche lasciano ben sperare, purtroppo c’è da segnalare un dato abbastanza preoccupante: secondo le stime, quest’anno in Italia scarseggiano medici, programmatori e chef. Andando nei dettagli, sulle 756.926 attivazioni di aprile, 171.515 sono stati contratti a tempo indeterminato, 475.273 sono invece stati quelli a tempo determinato, 18.443 i contratti di apprendistato, 38.632 quelli a collaborazione, mentre i restanti 53.063 sono stati classificati sotto la voce “altro”, che indica forme di lavoro più generiche. Anche l’incidenza è aumentata rispetto al 2014, infatti quella dei contratti a tempo indeterminato è passata dal 15,7% dello scorso aprile al 22,7% odierno, mentre, per quanto riguarda le 546.382 cessazioni, 122.979 hanno riguardato i contratti a tempo indeterminato, 328.148 quelli a tempo determinato, 13.636 quelli ad apprendistato, 36.619 a collaborazioni, mentre 45.000 sono state le cessazioni alla voce “altro”. Le cessazioni sono diminuite di poco, passando dal 23,1% dell’aprile 2014 al 22,5 di quest’anno; sempre nel mese scorso sono state 35.883 le trasformazioni di contratti a tempo determinato a rapporti di lavoro a tempo indeterminato, ed anche questo è stato un incremento in positivo, dato che l’anno scorso erano appena 19.144. Questo e altri sono sempre dati resi noti dal ministero del Lavoro.



Leggi anche: