Scroll to Top

Brindisi, rapinò coppietta e stuprò la donna sotto gli occhi del fidanzato: arrestato 50enne

L’uomo è stato posto a fermo dopo alcuni indizi forniti dai due fidanzati, che hanno riconosciuto la voce intercettata dell’aggressore e gli indumenti da lui utilizzati quella sera. Dalle indagini è emerso che il 50enne sarebbe stato già autore di episodi simili nei mesi scorsi

Brindisi, rapinò coppietta e stuprò la donna sotto gli occhi del fidanzato: arrestato 50enne

Ha rapinato una coppietta e dopo violentato la donna sotto gli occhi del fidanzato, incapace di difenderla perché immobilizzato. È successo il 18 settembre a Brindisi, dove Teodoro Polito, 50 anni, è stato sottoposto a fermo dalla polizia su disposizione del pm Valeria Farina Valaori, con l’accusa di violenza sessuale e rapina. Durante il corso delle indagini è emerso che l’uomo sarebbe stato già autore di episodi simili, sempre con la medesima modalità e nel medesimo luogo, lungo il litorale messapico, dove molti giovani si appartano spesso in cerca di intimità. Ed è proprio quello che è accaduto alla giovane coppia brindisina lo scorso settembre, quando il 50enne si sarebbe avvicinato a loro con lo scopo di rapinarli. La rapina è poi degenerata nella violenza sessuale nonostante il disperato tentativo del ragazzo di fermare l’aggressione e sottrarre la fidanzata alle grinfie dell’uomo. Ma tutto è stato vano: è stato immobilizzato e costretto a guardare inerme la fidanzata mentre veniva stuprata. Ad incastrare il responsabile della rapina e della violenza sessuale alcuni indizi forniti alla polizia dalla coppia. Importante per le indagini l’utilizzo delle intercettazioni telefoniche, scattate in seguito alla denuncia, per mezzo delle quali i due hanno riconosciuto la voce di Polito.

«È lui, ne sono certa»
Durante le perquisizioni in casa dell’uomo sono stati ritrovati gli indumenti da lui utilizzati il giorno dell’aggressione, riconosciuti dalle vittime. Nonostante quella sera avesse usato il passamontagna, il giovane brindisino non ha avuto alcun dubbio una volta ascoltata la sua voce, così come la fidanzata, che in lacrime ha detto: «È lui, ne sono certa». Gli inquirenti stanno facendo ulteriori accertamenti su alcuni casi del genere che si sono verificati sempre a Brindisi nei mesi scorsi. Più denunce sarebbero infatti arrivate da giovani coppie vittime di rapine e violenza sessuale.



Leggi anche: