Scroll to Top

Danimarca: multati di 6mila euro per aver dato un passaggio a una famiglia d’immigrati

Lei attivista, lui giornalista, danno un passaggio ad una famiglia di siriani trovata alla stazione, pagando loro anche il caffè. Sono stati scoperti, e multati per una somma di 3mila euro a testa. Ma il loro caso non è il primo nello Stato danese

Danimarca: multati di 6mila euro per aver dato un passaggio a una famiglia d'immigrati

Sono stati multati per un totale di 6mila euro l’attivista danese per i diritti umani Lisbeth Zorning, 48 anni, e suo marito, il giornalista Mikael Rauno Lindholm, per traffico di esseri umani. Il tutto è nato per un semplice passaggio in macchina dato a una famiglia di siriani, quattro adulti e due bimbi, che andavano in Svezia, a Göteborg. Per questo è scattata la pena massima per la famiglia: il Tribunale di Nykøbing Falster, situata nella regione della Zelanda nella Danimarca meridionale, ha ammonito la coppia danese, sanzionandola di 3mila euro a testa. Difatti, in base alla legge sugli stranieri, in Danimarca è un crimine trasportare nello Stato, persone senza permesso di soggiorno. Come riportato da “La Stampa”, la donna attivista ed economista, ha raccontato: «Ho dato un passaggio a quattro adulti e due bambini piccoli, gli ho dato un passaggio senza passare il confine e basta. Ho sempre pensato che la tratta implichi il trasporto di persone da un Paese a un altro e, soprattutto, un qualche tipo di guadagno. Quello che ho fatto è stato semplicemente aiutare persone in difficoltà». Ma a quanto pare questo non è bastato per evitare la multa. Il marito, in aggiunta, sembra abbia offerto anche caffè e biscotti ai profughi prima di accompagnarli alla stazione ferroviaria e pagarli il biglietto per il treno.

Aumentano coloro che violano la legge
Tuttavia, l’uomo e la donna, non sembrano essere gli unici “altruisti” nell’intero Stato. Difatti, coloro accusati di favoreggiamento e tratta di esseri umani in Danimarca, continuano ad aumentare: anche le statistiche della Polizia di Stato parla di circa 279 persone che sono state accusate d’aver aiutato più rifugiati, da settembre 2015 a febbraio 2016, a differenza dei 140 che sono stati accusati nel 2014. L’incremento di coloro che trasgrediscono le leggi, sono direttamente proporzionali all’aumento dei profughi, che sono giunti proprio nel nord Europa, nei Paesi scandinavi, già dallo scorso autunno. E con tali aumenti, s’incrementano anche i controlli delle Forze dell’Ordine sempre più severi, giorno dopo giorno. Proprio durante il mese di gennaio, un uomo è stato multato per aver accompagnato una famiglia di afghani al confine con la Germania. E ancora, giovedì scorso un pensionato di circa 70 anni ha dovuto pagare una sanzione di 1100 euro per aver commesso un reato simile.



Leggi anche: