Scroll to Top

Facebook lancia Lifestage, un’applicazione solo per under 21: brevi clip e blog personale

È dedicata solo agli under 21. Si chiama Lifestage ed è la nuova applicazione lanciata da Facebook. Permette ai privilegiati di caricare in libertà i loro contenuti e renderli visibili esclusivamente presso un pubblico di coetanei. Il mezzo principale di condivisione sono brevi clip video e un blog personale

Facebook lancia Lifestage, un'applicazione solo per under 21: brevi clip e blog personale

Ideata e sviluppata da Michael Sayman, 19enne, al momento è disponibile solo per iOs. Stiamo parlando della nuova applicazione per smartphone, che porta il nome di Lifestage. Quest’ultima, lanciata da Facebook, è dedicata solo agli utenti under 21. Permette ai privilegiati di caricare in libertà i loro contenuti e renderli visibili esclusivamente presso un pubblico di coetanei. Il mezzo principale di condivisione sono brevi clip video e un blog personale con aspetti presi in prestito da Ask.fm. Le clip, infatti, devono rappresentare la risposta ad una serie di domande biografiche poste dalla stessa applicazione. Gli iscritti hanno, così, la possibilità di arricchire il proprio profilo. L’ app è pensata per mettere in contatto gli studenti di una stessa scuola o di scuole limitrofe. All’iscrizione, infatti, ogni studente deve dichiarare qual è la propria scuola di appartenenza, e potrà vedere solo i profili degli studenti che frequentano lo stesso istituto o istituti geograficamente vicini. I video sono visibili ai compagni di scuola, a patto che non abbiano più di 21 anni.

Gli over 21 possono iscriversi ma hanno delle limitazioni
I più grandi possono comunque iscriversi, ma hanno preclusa la visione dei profili altrui. Poiché il neo social network non ha modo di verificare accuratamente i dati anagrafici dei nuovi iscritti, chiede aiuto ai suoi stessi utenti. Per evitare l’intrusione di adulti che si registrano con account falsi, gli utenti stessi sono invitati a segnalare eventuali profili sospetti. Facebook assicura che gli strumenti per segnalare iscrizioni sospette e attività irregolari o abusive saranno abbondanti e tenuti in grande considerazione.



Leggi anche: