Scroll to Top

Francia, Cappuccetto Rosso bandita dai libri di scuola: “Favola sessista. Da proibire”

Cappuccetto Rosso, Cenerentola e Hansel Gretel, potrebbero essere bandite dai libri scolastici in Francia. La proposta viene dal ministro dell’istruzione Najat Vallaud-Belkacem con lo scopo di prevenire stereotipi e discriminazioni che alimentano l’ineguaglianza tra gli alunni

Francia, Cappuccetto Rosso bandita dai libri di scuola: "Favola sessista. Da proibire"

La favola di Cappuccetto Rosso è di nuovo sotto processo. Dopo essere finita nel mirino degli animalisti, scesi in campo per difendere i lupi, dipinti nella fiaba come “animali cattivi” (quando per loro il vero cattivo è il cacciatore), ora è nel mirino del governo francese, che vuole eliminarla dai libri di scuola bollandola come “sessista”. Convinta che la favola dovrebbe essere bandita è Najat Vallaud-Belkacem, ministro dell’Istruzione, che ha annunciato la caccia agli stereotipi di genere nei manuali scolastici. E per farlo si è affidata a uno studio del centro Hubertine Auclert, un’associazione parigina che prende il nome di una grande femminista di fine Ottocento e che è impegnata per la parità tra i sessi, secondo cui numerose favole della cultura popolare, come appunto Cappuccetto Rosso, ma anche Cenerentola e Hansel e Gretel, sono spesso «imbottite di rappresentazioni sessiste». Così la pupilla di Froncois Hollande ha affermato che i nuovi programmi delle elementari saranno «un’occasione importante per migliorare i libri di scuola prevenendo stereotipi e discriminazioni che alimentano l’ineguaglianza tra gli alunni».

Studiosi francesi: «Solo il 39% dei personaggi è di sesso femminile»
«Nel 97% i mestieri scientifici sono rappresentati da figure maschili, mentre le protagoniste femminili svolgono mansioni di mamma o casalinga». A quanto pare non solo Cappuccetto Rosso, ma la maggior parte dei capisaldi della letteratura per ragazzi rappresentano i personaggi femminili con i loro stereotipi. Gli studiosi francesi dell’Hubertine Auclert hanno riferito che la ricerca sulle “rappresentazioni sessiste” nel primo anno di scuola elementare prende in esame 22 manuali illustrati destinati ai più giovani. Di queste pubblicazioni solamente il 39% dei personaggi è di sesso femminile. Inoltre nelle prime immagini destinate all’insegnamento della lettura vengono rappresentate bambine che giocano soprattutto all’interno, in spazi chiusi, e donne che si trovano in cucina o che svolgono le loro mansioni di mamma e casalinga, mentre i mestieri scientifici, nel 97% dei casi, sono rappresentati esclusivamente da figure maschili. Per il ministro Vallaud-Belkacem quindi, quelle di Cappuccetto Rosso e Cenerentola, come molti altri classici per ragazzi, sono immagini sessiste da tenere assolutamente lontano dalla portata dei bambini. Alla Francia non andrebbe bene neanche il modello dominante, se non unico, nella sfera domestica delle fiabe, di una famiglia composta da due genitori etero con due figli di sesso diverso. La proposta degli studiosi sarebbe quella di mettere più in evidenza altri modelli familiari, come quello omoparentale o monoparentale, che tra l’altro più si avvicina al pensiero della Francia socialista di Francois Hollande.



Leggi anche: