Scroll to Top

Francia, scontro tra minibus e camion: morti 12 turisti tra cui un bambino

Lo scontro tra un minibus e un camion, intorno la mezzanotte del 25 marzo 2016, nel centro della Francia, non ha lasciato scampo a 12 turisti di nazionalità portoghese. Feriti anche due italiani. In fase ancora di accertamento le dinamiche dell’incidente

Francia, scontro tra minibus e camion: morti 12 turisti tra cui un bambino

È avvenuto intorno alla mezzanotte del 25 marzo 2016. Un minibus era in viaggio verso il Portogallo, improvvisamente, per cause ancora in fase di accertamento, si è schiantato con un camion che viaggiava in direzione opposta. Lo schianto è avvenuto in una strada centrale della Francia, più precisamente tra Moulins e Montbeugny, sulla statale 79, la strada Centro-Europa atlantica. A perdere la vita in modo tragico 12 turisti tutti di nazionalità portoghese. «I 12 passeggeri del minibus, tutti portoghesi, sono morti», ha dichiarato immediatamente l’autorità locale. Due italiani sono rimasti feriti ma non si troverebbero in pericolo di vita. Immediato l’arrivo dei soccorsi. Sul posto sono accorsi 60 vigili del fuoco, 20 agenti di polizia, 25 sanitari e sei ambulanze. Dai primi rilievi si evincerebbe che l’autista del minibus ha virato improvvisamente verso sinistra andandosi a schiantare con l’altro mezzo in arrivo. Il motivo del gesto inconsulto è ancora da chiarire, la cosa certa è che l’autista è risultato negativo all’alcol test. È stata aperta subito un’indagine per poter chiarire al più presto la causa del tragico incidente costato la vita ai 12 turisti tra cui un bambino e i suoi genitori.

La strada è abbastanza monotona
La strada statale 79 è considerata molto pericolosa. È anche una delle più monotone e ciò causa spesso sonnolenza, per chi è alla guida. «La strada è “abbastanza monotona, il limite è di 90 chilometri all’ora. Ci sono quelli impazienti, quelli che si addormentano», ha affermato una fonte giudiziaria. «Si parla di aggiungere una seconda corsia da 40 anni», ha aggiunto. Tante le persone accorse sul luogo dell’incidente. Ognuno di loro ha voluto lasciare un fiore o un pensiero per le vittime.



Leggi anche: