Scroll to Top

Johnny Depp rivela: “Il mio Jack Sparrow non piaceva. Ero convinto di essere licenziato”

Il divo statunitense ha raccontato un aneddoto che ha dell’incredibile: durante le registrazioni de “La maledizione della prima luna” il suo Jack Sparrow non piacque. «Credevano che ero ubriaco, o gay, non capivano il mio personaggio. Ero convinto di essere licenziato». Ma si guadagnò subito la simpatia e l’appoggio della critica, ed è soprattutto grazie al suo Sparrow che la saga ha registrato un incasso da record

Johnny Depp rivela: "Il mio Jack Sparrow non piaceva. Ero convinto di essere licenziato"

«Il mio Jack Sparrow non piaceva, ero convinto di essere licenziato». Suonano assurde le parole di Johnny Depp dal momento che il personaggio della celebre saga targata Disney, “I Pirati dei Caraibi”, è uno dei più amati e apprezzati del divo, che è riuscito a portare sul grande schermo un pirata alquanto bizzarro, unico e divertentissimo. Eppure l’inimitabile Jonny Depp ha rischiato di essere cacciato dal set, o meglio ha avuto paura di essere licenziato. A rivelare l’aneddoto lo stesso attore statunitense durante l’AFI Fest, annuale rassegna filmica organizzata a Los Angeles dall’American Film Institute. Pare che nel primo capitolo della saga, “La maledizione della prima luna”, l’allora amministratore della The Walt Disney Company, Michael Eisner, si fosse lamentato della sua stravagante interpretazione. «Mi era arrivata voce che Michael si fosse lamentato dicendo ‘Dio Santo, Johnny Depp sta rovinando il film! È ubriaco? È gay?’», ha raccontato il divo. «Ero preoccupato. Mi aspettavo di essere licenziato. Poi mi ha chiamato uno della Disney, che è stato abbastanza coraggioso da chiedermi, ‘Ma cosa cavolo stai combinando?’. Stavano per mettere i sottotitoli al mio personaggio, non riuscivano a capire il Capitano Jack», ha aggiunto.

Ma come sappiamo tutti si sbagliavano di grosso a non apprezzare la disinvolta prova dell’attore nell’interpretare il celebre pirata. E infatti piacque immediatamente ai critici, che decisero di nominare Johnny all’Oscar e al Golden Globe nella categoria miglior attore protagonista. E superò anche la prova finale, la più difficile, quella di affascinare il grande pubblico, riversatosi in massa in tutte le sale, prima statunitensi, e poi di tutto il mondo, facendo registrare un incasso da record. Ma la cosa più sorprendente è che, a differenza di moltissime saghe che dal secondo capitolo attraggono sempre meno lo spettatore, quella dei Pirati dei Caraibi ha mantenuto costante l’interesse permettendo l’uscita di altre tre pellicole. E adesso è stato anche girato il quinto episodio, intitolato “Dead Men Tell No Tales”, previsto in uscita nelle sale a partire dal 7 luglio 2017, dove Depp darà ulteriore dimostrazione delle sue capacità recitative. Il successo è assicurato.



Leggi anche: