Scroll to Top

Marco Baldini su Periscope: “Con Fiorello rotti i rapporti anche a livello umano”

Marco Baldini su Periscope: "Con Fiorello rotti i rapporti anche a livello umano"

La storica spalla di Rosario Fiorello, il conduttore radiofonico Marco Baldini, durante uno sfogo su Periscope ha rivelato i motivi per cui ha deciso di lasciare la trasmissione ‘Fuoriprogramma’ e del perché abbia interrotto qualsiasi rapporto con lo showman siciliano. Il video è poi finito su Youtube, pubblicato dal vicedirettore di Libero Franco Bechis. «Tanta gente – spiega Baldini – mi dice di salutargli Fiorello», ma in realtà «è da novembre che non lo sento e non ci parlo e non lo voglio sentire più». «Artisticamente non penso che farò grandi cose a breve e prima di soccombere come personaggio pubblico voglio togliermi qualche sassolino dalla scarpa», quindi «voglio raccontare come sono andate le cose: tutto ciò che mi è capitato è solo colpa mia, però qualcuno che avrebbe potuto salvare le cose non l’ha voluto fare»; alla fine «anche nelle migliori coppie succedono queste cose». Noi «ufficialmente abbiamo rotto i rapporti sia a livello professionale sia umano, prima sono stato io che li ho rotti a livello umano, ma» a tutto questo «c’è un motivo». In merito a questa vicenda «ho sentito un sacco di leggende metropolitane, che gli avrei chiesto 5 milioni di euro, che l’avrei ricattato; mai fatto niente del genere. Ho deciso» semplicemente «che non era il caso di andare avanti», ma «non sono stato cacciato mi sono defilato perché se uno ha il sentore che i rapporti umani vengono a mancare, allora il resto non conta». Per quanto riguarda la nuova coppia pubblicitaria Fiorello-Carlo Conti, Baldini rivela di ricevere ultimamente molti strani tweet «sul fatto che Fiorello faccia coppia con Conti nella pubblicità. Perché no? Carletto è un professionista, bravo, serio e» inoltre «se l’è cavata bene». Infine il conduttore parla anche del premier Matteo Renzi, di cui dice: «Un bravo ragazzo. Ci conosciamo da quando era presidente della provincia di Firenze. Adesso temo che sia troppo in alto e lassù sia costretto a fare compromessi che non avrebbe voluto».



Leggi anche: