Scroll to Top

Milano, lo rimprovera per le sue scarpe maleodoranti: 47enne accoltellato dal coinquilino

A scatenare la furia del 19enne filippino un rimprovero sulle sue scarpe maleodoranti. Adesso è in carcere per tentato omicidio, mentre il coinquilino accoltellato lotta tra la vita e la morte all’ospedale Niguarda

Milano, lo rimprovera per le sue scarpe maleodoranti: 47enne accoltellato dal coinquilino

Una lite nata per futili motivi e poi degenerata. E’ successo a Milano, dove un diciannovenne di nazionalità filippina ha accoltellato intorno alle 6.15 di martedì il suo coinquilino, un indiano di 47 anni, nel loro appartamento in via Livigno. Dalle prime indiscrezioni sembra che a scatenare la furia del ragazzo sia stato un semplicissimo rimprovero per un paio di scarpe maleodoranti. Il ragazzo si è sentito offeso e ha reagito malissimo scatenando una violenta lite, tanto da arrivare persino a prendere un coltello da cucina e colpire l’indiano più e più volte, sventrandolo. A lanciare l’allarme i vicini di casa che hanno allertato i soccorsi e i carabinieri. L’uomo è stato trovato nel suo appartamento al primo piano in via Livigno 26, riverso per terra in un lago di sangue con ferite profonde al torace e al braccio. Più volte operato, adesso è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Niguarda. I medici hanno riferito che è andato quattro volte in arresto cardiocircolatorio, ma che fortunatamente sono riusciti a salvarlo. Tuttavia le sue condizioni restano molto gravi. Il filippino, senza precedenti penali e regolarmente sul territorio italiano, è stato trovato invece nel solaio della casa, dove si era recato per cambiarsi gli abiti sporchi di sangue. I carabinieri lo hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio e portato nel carcere di San Vittore.



Leggi anche: