Scroll to Top

Oscar 2016: trionfo per Ennio Morricone e Leonardo Di Caprio, miglior film “Il caso Spotlight”

Dopo anni di snervante attesa, finalmente Leo ha agguantato il premio Oscar come miglior attore protagonista per “Revenant”; invece, il nostro Ennio ha portato a casa la statuetta per la migliore colonna sonora, quella di “The hateful eight” di Quentin Tarantino

Oscar 2016: trionfo per Ennio Morricone e Leonardo Di Caprio, miglior film "Il caso Spotlight"

Gli Oscar dell’anno 2016 saranno ricordati quasi solamente per aver finalmente permesso a Leonardo Di Caprio di vincere la sospiratissima statuetta come miglior attore protagonista del film “Revenant – Redivivo”, diretto da Alejandro Inarritu; dopo averlo inseguito invano per ben quattro volte, Leo è stato infine promosso ad attore di primo livello anche dall’Academy dopo che il pubblico lo aveva intuito già da molti anni. Dopo aver superato i quarant’anni, Di Caprio ha dovuto compiere il percorso professionale, già intrapreso da molte star, per riuscire finalmente ad agguantare l’Oscar: rimettersi in gioco artisticamente, accettare di imbruttirsi e recitare in condizioni climatiche proibitive ed identificarsi totalmente in un personaggio così estremo e problematico. D’altronde, le peripezie del trapper ottocentesco Hugh Glass di “Revenant” nascondono in sottofondo le tematiche più care all’ex divo di “Titanic”: la natura incontaminata e offesa dall’uomo, le tribù indiane minacciate nella loro sopravvivenza e il dio denaro che avvelena i rapporti umani.

Ennio Morricone
Insomma, Di Caprio ha vinto per essersi saputo mettere in gioco seguendo attentamente i consigli del suo mentore Martin Scorsese (ringraziato durante il canonico discorso di convenevoli) che lo ha ormai scelto da tempo come attore feticcio al posto dell’anziano Robert De Niro, oltre ad averlo saputo plasmare come attore capace di ruoli anche sgradevoli e forti. Poi Leo ha parlato anche di riscaldamento globale ed ecologia, le sue altre passioni dopo il cinema. Ma la serata degli Oscar ha visto trionfare meritatissimamente anche il nostro Ennio Morricone, premiato per la migliore colonna sonora con “The hateful eight” di Quentin Tarantino; dopo il riconoscimento alla carriera nel 2006, anche Morricone ha finalmente preso un titolo importante per un suo lavoro. Dopo aver salutato in italiano la platea («Buonasera, signori»), ha voluto dedicare la premiazione alla moglie Maria con la voce emozionata.

Miglior film
Per quanto riguarda le altre categorie, per il miglior film ha vinto “Il caso Spotlight”, per la miglior regia Alejandro Inarritu sempre per “Revenant”, ancora “Revenant” per la migliore fotografia di Emmanuel Lubezki, mentre “Figlio di Saul” ha conquistato l’Oscar per il miglior film straniero. Il miglior film d’animazione di quest’anno è stato invece “Inside out”.



Leggi anche: