Scroll to Top

Pedaggi autostradali, arrivano nuovi aumenti nel 2017

Arrivano nuovi aumenti nel 2017: così si tagliano le gambe alla ripresa. Automobilisti e camionisti dovranno sborsare più soldi per i pedaggi autostradali- «E’ inaccettabile – dichiara il presidente dello Sportello dei Diritti – dover sostenere nuovi aumenti dei pedaggi autostradali perché lo vogliono le lobby a scapito dei cittadini, che già devono affrontare una crisi economica generale»

Pedaggi autostradali, arrivano nuovi aumenti nel 2017

Amara sorpresa per chi è partito in vacanza nei giorni scorsi. Al rientro dalle ferie, in gennaio, troverà un inaspettato regalo da parte delle autorità italiane. A partire dal 1 gennaio, infatti, scattano gli annuali aumenti dei pedaggi. Secondo quanto reso noto dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti è scattato un rincaro dei pedaggi autostradali valido dal 1 gennaio 2017. Sulle tratte di Autostrade per l’Italia S.p.A. l’aumento è pari al 0,64% mentre chi vorrà usufruire della tratta della Pedemontana Lombarda deve fare i conti con un aumento dello 0,9%. Così si tagliano le gambe alla ripresa. Sulle vecchie autostrade il traffico è in netta crescita, gli addetti sono in continua diminuzione, gli ammortamenti completati, gli investimenti promessi (in cambio degli aumenti tariffari) non sono mai stati realizzati e nonostante questo il Governo autorizza aumenti medi dell’1,5%.

Critiche da Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, contro la politica lobbystica dei concessionari che sta letteralmente impoverendo tutta la mobilità del Paese. «E’ inaccettabile – dichiara – dover sostenere nuovi aumenti dei pedaggi autostradali perché lo vogliono le lobby a scapito dei cittadini, che già devono affrontare una crisi economica generale».



Leggi anche: