Scroll to Top

Roma: brasiliana accoltella il marito dopo una lite, poi simula tentativo di suicidio

La donna e il suo compagno stavano litigando. La brasiliana, in un momento di rabbia, accoltella il marito alla gola e, rendendosi conto del gesto, chiama i soccorsi. Il marito le consiglia di non dire che l’ha pugnalato, ma che in un momento di debolezza, ha tentato di suicidarsi. La donna ha poi confessato

Roma: brasiliana accoltella il marito dopo una lite, poi simula tentativo di suicidio

Era scattata un’ennesima litigata col proprio compagno che continuava ad umiliarla e ad opprimerla. Al culmine del litigio, la donna ha afferrato un coltello da cucina e l’ha pugnalato alla gola. Il litigio violento tra i due coniugi si è svolto in un appartamento nel quartiere Ostiense di Roma, in viale Costantino, dove una donna di 52 anni, d’origine brasiliana, ha accoltellato il proprio marito, italiano di 57 anni, nella notte di martedì 28 giugno. La moglie, dopo essersi lasciata andare al violento gesto, ha avvertito immediatamente i soccorsi che hanno raggiunto la donna poco dopo la sua telefonata. I paramedici hanno ritenuto opportuno informare della vicenda anche gli agenti del Reparto volanti e del Commissariato Colombo, che hanno raggiunto il posto quasi simultaneamente. Nell’abitazione gli agenti, dopo aver verificato il racconto della donna secondo cui il marito, soffrendo di malattia cronica, in un momento di debolezza, avesse tentato il suicidio per farla finita, hanno ritenuto opportuno portare la 52enne al commissariato per un interrogatorio. Il marito, ferito alla gola, è stato trasportato in ospedale.

Finto suicidio
Gli agenti, dopo aver prelevato l’arma del delitto, hanno portato negli uffici del Commissariato Esposizione di Roma la brasiliana di 52 anni, dove è stata messa sotto torchio mentre gli investigatori cercavano di ricostruire i fatti. Dapprima la donna ha desistito dal raccontare come si fosse svolta realmente la vicenda continuando ad affermare come fosse stato il marito a compiere il vile gesto. Dopodiché ha finalmente confessato la verità: la 52enne ha anche affermato come fosse stato lo stesso marito che, poco dopo l’aggressione, le abbia consigliato di riferire alle forze dell’ordine come il coltello fosse stato utilizzato dallo stesso 57enne per farla finita in un momento di disperazione, viste le sue peculiari condizioni di salute. Tuttavia, dopo la confessione della donna, gli agenti del Commissariato Esposizione, coordinati dal dottor Francesco Zerilli, hanno arrestato la 52enne per tentato omicidio. L’uomo, da quanto si apprende, è stato poi ricoverato in ospedale, ma non sarebbe in pericolo di vita.



Leggi anche: