Scroll to Top

Roma: violentò una ragazza a marzo a Pineta Sacchetti, arrestato un nigeriano

I carabinieri della compagnia Trionfale di Roma hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano trentenne, colpevole di aver stuprato una ventenne a Pineta Sacchetti lo scorso 30 marzo. Si è inoltre scoperto che l’uomo era già stato arrestato nel 2009 per un reato analogo

Roma: violentò una ragazza a marzo a Pineta Sacchetti, arrestato un nigeriano

E’ stato tratto in arresto dai carabinieri della compagnia Trionfale un cittadino nigeriano che violentò un’impiegata ventenne in un parcheggio a Pineta Sacchetti, nord di Roma, lo scorso 30 marzo; si tratta di Ikechukwu Chinweze, 30 anni, clandestino sul territorio nazionale, fermato da un carabiniere libero dal servizio, che lo ha riconosciuto in base all’identikit che era stato diffuso, in via della Giuliana. Durante il fermo è uscito fuori che il nigeriano era già finito in galera per un reato simile nel 2009, commesso a Cave, in provincia della Capitale. Subito dopo lo stupro la vittima, un’impiegata di 26 anni aggredita mentre saliva in macchina, fu in grado di fornire una descrizione dettagliata del suo aggressore ai carabinieri; un identikit talmente preciso da coincidere con la foto segnaletica del nigeriano. Dopo il fermo, a cui l’uomo ha opposto resistenza, la ragazza è stata anche chiamata in caserma per il riconoscimento.

Il precedente su una bambina
Chinweze è stato condotto a Regina Coeli, come convalidato dal gip; gli è stato anche prelevato il dna per repertarlo con le altre prove della violenza sessuale. L’uomo era già stato notato varie volte dagli abitanti di Pineta Sacchetti, che lo avevano visto aggirarsi in zona, e frequentava i quartieri di Aurelio e Prati vivendo di espedienti. E’ stato anche riconosciuto dai residenti nel corso di un’indagine porta a porta. Sono state anche visionate le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e i luoghi di riparo per i senzatetto. Il nigeriano era già stato arrestato nel 2009 a Cave dopo che aveva tentato di abusare di una bambina di 7 anni, figlia di connazionali che lo ospitavano. Allora 23enne, l’uomo aveva approfittato dell’assenza dei genitori, usciti per fare la spesa, per approfittare della bimba, che però era riuscita a scappare.



Leggi anche: