Scroll to Top

Romania, picchia gli alunni lenti a copiare: insegnante incastrata da un video

La donna è stata ripresa col telefonino da un’alunna mentre schiaffeggiava sul volto un compagno di classe, reo di non aver copiato velocemente quanto scritto sulla lavagna. Nella scuola è stata aperta un’indagine

Romania, picchia gli alunni lenti a copiare: insegnante incastrata da un video

Ancora violenza all’interno di una scuola nei confronti degli studenti. Stavolta è successo in Romania, alla Scuola Stejaru di Tulcea, dove un insegnante ha picchiato senza ragione tre suoi alunni nel giro di pochissime ore. La donna è stata incastrata dal video girato in classe da una studentessa. Aveva già picchiato due alunni senza ragione, così al terzo pestaggio la ragazzina ha deciso di filmare col telefonino ogni sua mossa, mostrando poi le drammatiche immagini ai genitori. L’episodio è stato riportato dal Daily Mail, secondo cui l’ultima violenza della donna sarebbe esplosa perché un alunno non riusciva a tenere il passo dei compagni. A testimoniarlo alcuni di loro che, ascoltati dagli inquirenti, hanno riferito che la vittima non riusciva a copiare velocemente sul quaderno quanto scritto sulla lavagna. È stato dunque afferrato prepotentemente e schiaffeggiato sul volto. Di nascosto una compagna di classe ha filmato l’intera scena, mostrata poi ai genitori, che hanno alzato un polverone. Rabbia e incredulità di tutti i genitori, e soprattutto della madre del ragazzino picchiato. «Mio figlio ha paura di lei da quando è stato schiaffeggiato. Ho visto il filmato e mi ha fatto male. È il mio bambino!», ha raccontato ancora agitata la mamma della vittima. Nella scuola è stata subito aperta un’indagine. «Inizieremo un’indagine, parleremo con i genitori e con i vertici della scuola. Quando tutto sarà chiaro prenderemo le misure necessarie», ha detto Mioara Ranciu, ispettore scolastico di Tulcea.

Da alcune testimonianze pare inoltre che la ragazzina che ha ripreso la scena sia stata minacciata a sua volta dall’insegnante, che le intimava continuamente di cancellare il filmato. A riferirlo la madre della ragazza: «Mia figlia è nella stessa classe e mi ha raccontato che tre suoi compagni erano stati picchiati. Per lei è stato doloroso guardare. Aveva paura e quando ha visto che il terzo compagno veniva schiaffeggiato ha preso il telefono e ha filmato tutto. Mia figlia ha ricevuto pressioni e minacce affinché cancellasse il video».



Leggi anche: