Scroll to Top

Russia, disastro aereo: Boeing della Flydubai si schianta all’atterraggio: 62 morti

L’aereo si sarebbe schiantato in fase d’atterraggio a Rostov a causa della scarsa visibilità. Esclusa ipotesi terrorismo, avviato procedimento penale per violazione delle norme di sicurezza. Morti tutti i 55 passeggeri a bordo, e 7 membri dell’equipaggio

Russia, disastro aereo: Boeing della Flydubai si schianta all'atterraggio: 62 morti

Sono 62 le vittime del tragico schianto di un aereo di linea della compagnia lowcost Flydubai, avvenuto nelle prime ore del 19 marzo quando era in fase d’atterraggio a Rostov, nel sudovest della Russia. Morti 55 passeggeri, quasi tutti di nazionalità russa, e 7 membri dell’equipaggio: nessun superstite. A quanto pare il Boeing è decollato da Dubai in condizioni di scarsa visibilità, e l’incidente si è verificato dopo un secondo tentativo di approccio alla pista di atterraggio. Esclusa quindi l’ipotesi di un possibile attacco terroristico. Tra le vittime, quasi tutte di nazionalità russa, si contano anche otto ucraini, due indiani e un uzbeko, a bordo come passeggeri; mentre tra i membri dell’equipaggio due spagnoli, un cipriota, un colombiano, un kirghiso e un cittadino delle Seychelles. Sembra che da qualche ora giri sul web il filmato dello schianto del Boeing, ripreso dalle videocamere di sorveglianza, tuttavia ancora non è stata verificata la veridicità del documento. Intanto la compagnia aerea ha confermato l’incidente: «Flydubai è rammaricata nel confermare che il volo FZ981 si è schiantato in fase di atterraggio. L’aereo era partito dall’aeroporto Internazionale di Dubai alle 18:20 Gmt (le 19:20 di ieri in Italia) con destinazione Rostov sul Don. L’incidente è avvenuto a Rostov verso le 00:50 Gmt (l’1:50 italiane)».

Recuperata la scatola nera
«Stiamo facendo tutto quanto in nostro potere – si legge sulla pagina Facebook del vettore emiratino – per raccogliere informazioni il più rapidamente possibile. In questo momento i nostri pensieri e le nostre preghiere sono con i nostri passeggeri e il nostro equipaggio che erano a bordo del velivolo. Faremo tutto il possibile per aiutare coloro che sono stati colpiti da questo incidente e lavoreremo a stretto contatto con tutte le autorità coinvolte». Gli inquirenti hanno recuperato la scatola nera del Boeing 737-800 della FlyDubai che potrebbe svelare qualche informazione in più sullo schianto. Intanto è stato avviato un procedimento penale per violazione delle norme di sicurezza, considerate le cause dell’incidente.



Leggi anche: