Scroll to Top

Siria, il pianto di un giovane kamikaze prima di farsi esplodere [video]

Il giovane kamikaze Jafar piange prima di andare a morire, per paura di fallire. Gli altri miliziani lo consolano: «Fratello, non aver paura, se sei spaventato ricordati di Allah»

Siria, il pianto di un giovane kamikaze prima di farsi esplodere

Il terrore sul volto, la paura di fallire, un pianto a dirotto prima di morire. Sono gli ultimi attimi di vita di Jafar al-Tayyar, un jihadista ventenne attirato in Siria dal lontano Uzbekistan, e mandato a morire dai ribelli qaedisti anti-Assad del Fronte al-Nusra. Il giovane guerrigliero è stato ripreso in un video, diffuso oggi in esclusiva dal quotidiano britannico “Mirror”, mentre sale su un veicolo imbottito di esplosivo destinato a colpire un obiettivo nella località sciita di Fua, controllata dai governativi siriani. Jafar è pronto per portare a termine la sua missione, a soli vent’anni è pronto a morire da kamikaze. E piange. Piange a dirotto per quello che dovrà fare, per la paura di dare la sua vita. Prima di partire carico di esplosivo riceve l’abbraccio e l’ultimo saluto dagli altri miliziani. Alcuni di loro lo confortano: «Jafar, fratello, non aver paura, se sei spaventato ricordati di Allah». «Ho solo paura di fallire l’obiettivo», risponde semplicemente il combattente in lacrime poco prima di chiudere il portellone del blindato. Ma Jafar purtroppo non fallisce e porta a compimento l’ennesimo attentato. Il video ripreso dall’alto, forse da un drone, mostra una densa nube di fumo e fiamme. Fra tutti i video di propaganda islamisti che riprendono i loro giovani kamikaze mentre vanno incontro alla morte con il sorriso sulle labbra, fieri del loro gesto e onorati di morire in nome di Allah, quello del giovanissimo Jafar lascia un briciolo di umanità, nonostante non cambi il tragico finale.



Leggi anche: