Scroll to Top

Soldi ai partiti, governo approva la legge. M5S: “Ladri! State rubando dalle tasche dei cittadini”

Passa la legge che sblocca oltre 45 milioni di finanziamenti ai partiti. Un’approvazione lampo tra Camera e Senato. M5S: «E poi il problema è il Bicameralismo?». «E’ un furto! Ve ne dovete vergognare per tutta la vita, andrete a rubare ai cittadini italiani»

Soldi ai partiti, governo approva la legge. M5S: "Ladri! State rubando dalle tasche dei cittadini"

Approvata al Senato il disegno di legge Boccadutri che dunque diventa legge. Un’approvazione lampo per quella che andrà a sbloccare i soldi ai partiti. Si tratta appunto di 45,5 milioni di euro risalenti agli anni 2013-2014 che andranno a gonfiare le casse dei partiti. Provvedimento che passa con 148 sì, 44 no e 17 astenuti. A favore dei finanziamenti il Partito Democratico, Forza Italia, Area Popolare e Cor. Sel si è astenuto, mentre il Movimento 5 Stelle ha votato contro e si è battuto in aula con duri interventi. Il ddl approvato alla Camera lo scorso 9 settembre con 319 sì e 88 no, è stato presentato da Sergio Boccadutri, ex tesoriere di Sel ora nel Pd. Nell’Aula di Palazzo Madama hanno avuto da ridire solo i senatori del Movimento 5 Stelle. Duro lo sfogo della senatrice 5 Stelle Paola Taverna che in aula dopo l’approvazione della legge Boccadutri per i finanziamenti pubblici ai partiti, ha urlato “ladri”: «Si parla di andare a destinare i soldi che andrete a rubare ai cittadini italiani al fondo nazionale per le politiche sociali. La mia è una considerazione politica – ha tuonato la Taverna – perchè se noi siamo un gruppo che rinunciamo ai finanziamenti pubblici, noi lo consideriamo un “furto” e lo considerano pure i cittadini italiani, ma voi ve ne fregate dei referendum, vi hanno chiesto da vent’anni che dovete rinunciare ai soldi quindi io lo chiamo “furto”. Quello che chiediamo con questo emendamento è se potete evitare di rubare dei soldi che potrebbero essere destinati a qualcosa di effettivamente utile».

Gli ultimi post su Facebook delle Taverna sulla legge Boccadutri
«Un furto. Non ci sono altri modi per definire quello che hanno fatto ieri in un batter d’occhio con la legge Boccadutri. Lo ripeto: un furto. Ve ne dovete vergognare per tutta la vita». «Legge Boccadutri. Prendi i soldi e scappa. Prima lettura alla camera 9 settembre. Seconda lettura al senato 14 ottobre. Ma il problema è il Bicameralismo». Si tratta di una «sanatoria che consentirà ai partiti di intascare i rimborsi elettorali relativi al 2013 e al 2014 senza alcun controllo sui propri bilanci e rendiconti, senza uno straccio di pezza giustificativa».

La risposta del deputato Pd Sergio Boccadutri
«Abbiamo rispettato la legge e presentato i conti. I partiti hanno fatto tutto quello che dovevano fare. Quando ci hanno chiesto gli scontrini, noi diligentemente li abbiamo consegnati». «Parlano senza leggere i testi».

STATE RUBANDO I SOLDI DALLE TASCHE DEI CITTADINI! E’ UN FURTO BELLO E BUONO!Lo sfogo di Paola Taverna in aula in vista della legge Boccadutri (quella che serve a garantirsi i finanziamenti pubblici)Non si smentiscono mai!

Posted by MoVimento 5 Stelle Senato on Giovedì 15 ottobre 2015



Leggi anche: