Scroll to Top

Tabacco, sigaretta senza fumo e decreto del 2 febbraio. Novità e regole per i fumatori

Nuove regole in arrivo per i fumatori. Il decreto entrerà in vigore il 2 di febbraio. Vietato fumare sull’auto, in presenza di donne incinte, di bambini e fuori dagli ospedali. Dopo la sigaretta elettronica, in arrivo anche la sigaretta senza fumo

Tabacco, sigaretta senza fumo e decreto del 2 febbraio. Novità e regole per i fumatori

Entrerà in vigore, il prossimo 2 febbraio. Il nuovo decreto prevede alcune regole, che i fumatori dovranno rispettare. Proprio da tale data, sarà vietato, ai dipendenti da sigaretta, di fumare all’interno dell’auto, in presenza di donna incinte. Non potranno farlo, nemmeno, in presenza di bambini e all’esterno delle strutture ospedaliere. Ma, non è l’unica novità ad interessare questo campo. Dopo l’uscita della sigaretta elettronica, ecco arrivare, sul mercato mondiale, la sigaretta senza fumo. Quest’ultima, si caratterizza per il fatto di avere al suo interno un dispositivo. In quest’ultimo verrebbe inserita una cartuccia di tabacco lavorato, che scaldandosi, permetterebbe al suo contenuto di evaporare. La mancanza di combustione diminuirebbe i danni causati dalla normale sigaretta, dopo l’aspirazione. I danni per la salute, sarebbero minori. Si sono già messi a lavoro, molti centri di ricerca istituzionali. Quest’ultimi, vorranno confermare, se davvero ci saranno dei vantaggi, per la salute dei fumatori. Alcune fonti, dichiarano, che verranno eliminati dal mercato, i pacchetti da 10. Limitata la vendita di tabacco, confezioni non più di 30 grammi. Sulle ricariche, per le elettroniche, verranno attaccate delle etichette dettagliate.

Sui pacchetti immagini e frasi d’avvertimento
Saranno presenti, sul mercato, pacchetti di sigarette, con immagini macabre e frasi d’avvertimento. Saranno raffigurate persone malate e verranno specificate almeno 70 sostanze cancerogene presenti all’interno. Ancora vendibili solo in Giappone e a Milano, le sigarette senza fumo, arriveranno presto anche negli altri paesi. La Philip Morris, sta costruendo uno stabilimento sito in Bologna, interamente dedicato alla produzione di esse. 600 assunzioni previste.



Leggi anche: