Scroll to Top

Terremoti, Google introduce nelle ricerche informazioni in tempo reale

Per sapere in tempo reale se i tremori uditi siano effettivamente causati da un sisma basterà cercare semplicemente su Google “earthquake” (“terremoto”) o “earthquake near me” (“terremoto vicino a me”) e sulla pagina di ricerca compariranno tutte le informazioni utili, e persino consigli per mettersi al sicuro

Terremoti, Google introduce nelle ricerche informazioni in tempo reale

Vuoi sapere in tempo reale se i tremori che senti siano effettivamente causati da un sisma? D’ora in avanti la risposta te la darà Google grazie alla nuovissima funzione che ha introdotto nel suo motore di ricerca. Questo sarà possibile grazie ad una partnership con il servizio geologico degli Stati Uniti (USGS, United States Geological Survey), che permetterà a Big G di fornire con i suoi risultati informazioni dettagliate sui terremoti. Per gli utenti che vogliono sapere in tempo reale se quella del terremoto sia solo un’impressione o se effettivamente si è verificato, basta cercare semplicemente su Google “earthquake” (“terremoto”) o “earthquake near me” (“terremoto vicino a me”). A quel punto nella pagina di ricerca compariranno informazioni utili circa l’area interessata dal sisma, e persino consigli per mettersi al sicuro. Verrà quindi chiarito se le vibrazioni avvertite dall’utente siano il risultato di un piccolo terremoto nelle vicinanze oppure se siano state prodotte da un sisma più forte verificatosi più lontano. Da Google hanno spiegato infine che questa nuova funzione sarà in grado di fornire informazioni riguardanti altri recenti terremoti, «in modo da mettere quei tremori nel giusto contesto», oltre che tenere sotto controllo le scosse che avvengono nel corso delle ore e giornate precedenti, con ulteriori dettagli e approfondimenti.

Accesso facile e veloce alle informazioni
«Speriamo che, mostrando questi risultati direttamente nelle ricerche, le persone avranno un accesso facile e veloce alle informazioni delle quali hanno bisogno per restare al sicuro in caso di terremoto», hanno commentato da Google. «Garantire che le nostre informazioni arrivino alle persone che ne hanno bisogno è molto importante per noi e siamo lieti che Google stia trovando approcci creativi per contribuire a far accadere tutto questo», ha detto William Leith, coordinatore del programma per i rischi dei terremoti dell’USGS.



Leggi anche: