Scroll to Top

Tivoli, ucciso a calci e pugni da un albanese: aveva chiesto il pagamento dell’affitto

Aveva affittato una camera del suo appartamento ad un giovane albanese. Dopo una violenta lite, il giovane raggiunge l’uomo per strada e lo massacra con calci e pugni. Non contento lo strattona fino a farlo cadere. L’uomo sbatte violentemente il capo e muore

Tivoli, ucciso a calci e pugni da un albanese: aveva chiesto il pagamento dell'affitto

Siamo a Tivoli in provincia di Roma, in via Empolitania, nella notte tra il 12 e il 13 luglio scorso. Un uomo di 51 anni è stato improvvisamente aggredito mentre si dirigeva verso casa. È stato massacrato con calci e pugni per poi esser scaraventato a terra dove è morto sbattendo violentemente il capo. Il suo carnefice, un ragazzo di 39 anni di origini albanesi. L’uomo avrebbe messo in affitto una camera del suo appartamento proprio a quest’ultimo. Dopo, diversi, mancati pagamenti, promesse buttate al vento e insulti, ecco la lite sfociata in tragedia. Il giovane ha prima colpito il proprietario con calci e pugni, poi ha fatto perdere l’equilibrio alla vittima che ha sbattuto violentemente la nuca sul cordolo di un marciapiede. L’aggressore è stato rintracciato dopo serrate indagini in prossimità di via Empolitana, ancora con gli indumenti sporchi di sangue. Ad allertare i soccorsi un passante ritrovatosi di fronte ad una scena raccapricciante. Ma, per l’uomo non c’era più nulla da fare. La salma è stata trasferita presso il policlinico di Roma Tor Vergata per essere sottoposta ad esame autoptico. I carabinieri della Compagnia di Tivoli, sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il tribunale di Tivoli, hanno arrestato il trentanovenne, coinquilino della vittima

Precedenti penali
Le indagini svolte dai carabinieri hanno portato alla luce dei precedenti penali a carico del ragazzo. Il trentanovenne albanese risulta avere già sulle spalle precedenti reati contro la persona. Dopo il tragico episodio, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario.



Leggi anche: