Scroll to Top

Usa: arrivano i “Farma party”, adolescenti alle feste con cocktail di farmaci

La nuova moda adolescenziale degli americani sono i “Farma party”: si raccolgono medicinali, con prescrizione e non, e si portano alla feste organizzare proprio per assumerli assieme ad altri medicinali. La Fda mette in guardia gli adulti, devono prestare attenzione al proprio armadietto di medicinali

Usa: arrivano i “Farma party”, adolescenti alle feste con cocktail di farmaci

Arriva una tragica e triste moda proprio dagli Stati Uniti, il “Farma party” tra i ragazzi. I giovani americani organizzano feste e gli invitati portano con sé dei farmaci rubati di nascosto proprio dall’armadietto dei medicinali dei genitori. I suddetti farmaci a disposizione possono variare da un semplice medicinale per il raffreddore, reperibile in tutti i supermercati, fino anche ad antidolorifici o antidepressivi che si possono usare solo sotto prescrizione medica. Il divertimento comincia quando i ragazzi dispongono tutti i medicinali su un tavolino ed iniziano a consumarne a manciate, mescolandoli. Questo nuovo trend degli adolescenti americani ha scosso la “Food and drug administration (Fda)” l’agenzia che controlla e regola tutto il commercio americano dei farmaci nello Stato, che ha lanciato un’allerta sulla pericolosità di certi giochi. Difatti, l’incoscienza dei giovani che organizzano o partecipano ai “Farma party”, potrebbe addirittura portare, in alcuni casi, alla morte se ci si aggiunge anche il mix con gli alcolici, quasi obbligatori a certe celebrazioni.

Pericolosità anche per i piccoli
La stessa azienda americana dei farmaci, ha voluto sottolineare la pericolosità dei farmaci non solo per gli adolescenti, ma anche per i bambini più piccoli che, inconsciamente, associano i medicinali a delle caramelline e quindi potrebbero verificarsi altri incidenti anche ben più gravi. Dunque l’Fda tenta di appellarsi anche all’attenzione dei genitori come spiegato da Connie Jung, dell’Ufficio della Sicurezza per la Droga, Integrità e Richiami: «I bambini più piccoli sono attirati dalle confezioni colorate delle pillole, che scambiano per caramelle o perché magari i farmaci vengono smaltiti in modo non corretto e li trovano così nella spazzatura. Ogni anno oltre 60mila bambini finiscono al Pronto Soccorso per l’assunzione indiscriminata di medicinali. La soluzione è chiudere i farmaci a chiave e metterli in posti che giovani e bambini non possono raggiungere, al di fuori della loro portata», conclude infine il dipendente Fda.



Leggi anche: