Scroll to Top

Amici 15, dal daytime del 10 dicembre: il fantastico mondo di Lele

Marco Maccarini è rimasto affascinato e incuriosito dal mondo che si nasconde dietro le esibizioni di Lele Esposito e chiede al ragazzo di provare ad aprire la porta di questo suo mondo e mostrare al pubblico cosa ha dentro: «Quando canti ti si cambia il volto, entri in una sorta di tunnel, prova a farci entrare». Più severo Carlo Di Francesco che boccia le esibizioni dei Metrò: «Sembrate ‘preconfezionati’, poco veri»

Amici 15, dal daytime del 10 dicembre: il fantastico mondo di Lele

Lo speciale del sabato è alle porte e gli insegnati della scuola di Amici si mostrano molto attenti alla preparazione dei ragazzi. Intanto Alessandra Celentano propone una lezione di classico agli allievi facendogli fare degli esercizi per migliorare le loro linee dei piedi, che ritiene ‘orrendi’. Marco Maccarini, che sabato giudicherà parte delle prove confronto, incontra alcuni aspiranti cantanti per verificare il loro livello di preparazione. L’insegnante dà alcuni consigli a Elodie e Sergio, e appare molto incuriosito dal mondo che si nasconde dietro le esibizioni di Lele. «Quando inizi a cantare ti si cambia il volto, entri in una sorta di tunnel. E visto che il risultato è molto piacevole io penso che questo tunnel sia bello da esplorare», gli dice. «Vorrei che incitassi tutti a non restare fuori da quel mondo fantastico – aggiunge – e ti chiedo quindi un modo di aprire le porte e mostrare cosa hai dentro». Lele Esposito è entusiasta di questo incontro e promette di fare del suo meglio. A Cristiano, che dovrà esibirsi con un brano dei Negramaro, consiglia invece di stare attento al pezzo, che di per sé è carico di drammaticità: «Trova una forza interpretativa diversa, senza troppi tecnicismi e drammaticità. Non eccedere». Incontra poi Luca: «Finalmente canterai un pezzo dove potrai divertirti. Puoi uscire dal tuo mondo blues e dalla sofferenza che ne segue e regalare al pubblico energia e divertimento. Voglio che fai vedere la parte da furbetto che richiede questo brano, come il ragazzo di cui parla». «Mi stuzzica molto questo pezzo – risponde Luca – mi divertirò un mondo». Al leader dei Raft invece chiede di beccare la nota alta nel pezzo a lui assegnato oppure spostarsi completamente sul rap. «Se la becchi darai più forza e energia al pezzo. Puoi riuscirci?». «Spero di si. Ci sbatterò la testa fino a quando riuscirò. Altrimenti ripiegherò con la parte rap», risponde Matteo.

Di Francesco ai Metrò: «Non sembrate sinceri»
Più severo l’insegnante Carlo Di Francesco che incontra i Metrò: «Tutto giusto musicalmente, il problema è che sembrate ‘preconfezionati’». Poi si rivolge ad Antonio, leader della band: «Nelle tue esibizioni non mi sembri sincero, tutto sembra studiato, non vero. Dovete trovare una vostra strada che non sia una copia di nessuno, trovate il vostro sound, e soprattutto qualcosa che sia sincero». Ma Antonio non accetta queste affermazioni e appare molto contrariato: «Ho i nervi a palla, non mi controllo più. Questa cosa mi ferisce». Settimana impegnativa soprattutto per Yvonne che deve mostrare a tutti quanto vale per non rischiare di non essere schierata nuovamente dai compagni. L’insegnante Di Francesco la incontra in sala prova consigliandole di mostrare tutte le sue emozioni e non trattenerle dentro come invece fa sempre: «Se vuoi diventare una vera artista non devi reprimere le tue emozioni, ma attingere alle tue emozioni più vere. Non fare più questo errore». Domani vedremo la formazione delle squadre dei ragazzi, sempre alle 13:50 su Real Time.



Leggi anche: