Scroll to Top

Autunno e illuminazione: le nuove tendenze delle lampade di design

A volte tornano. Tra le nuove tendenze dell’illuminazione 2018-2019 c’è il grande ritorno degli anni ’60

Autunno e illuminazione: le nuove tendenze delle lampade di design

Tra i grandi ritorni c’è appunto Arco di Flos, la lampada da terra disegnata nel 1962 da Achille e Pier Giacomo Castiglioni e oggi una delle lampade più conosciute al mondo. Non è un caso poi se alla lampada Arco è stato riconosciuto il diritto d’autore: primo progetto di disegno industriale ad ottenerlo. Il prodotto del marchio italiano Flos è un ibrido, a metà tra la lampada da terra e la lampada a sospensione per via del suo arco molto ampio, realizzato grazie alla base di marmo di Carrara di 65 chili di peso. Le lampade che (ri)faranno tendenza: corsi e ricorsi del design. Tra i marchi di lampade italiani degni di nota per le nuove tendenze 2018-2019, c’è sicuramente Luceplan, che quest’anno festeggia i suoi 40 anni di attività. Ricerca estetica, tecnologia, sperimentazione e innovazione si mischiano nelle lampade di design di Luceplan. Una delle ultime creazioni è la lampada Amisol, sfida progettuale realizzata per occupare un ampio spazio fisico, una vera e propria vela solare. Stupire ed emozionare sono le parole chiave dei nuovi trend, per questo anche la lampada Moon di Davide Groppi si riaffaccia prepotentemente tra le nuove tendenze. Imponente, importante e protagonista, la lampada Moon è particolarmente indicata per chi vuole portare la luna in una stanza.

Le lampade da tavolo più premiate

A tutti sarà sicuramente noto il famoso marchio italiano Artemide, nato nel 1959 per volontà di Ernesto Gismondi e Sergio Mazza che nel corso degli anni ha vinto più di un riconoscimento internazionale. Le lampade da tavolo Artemide sono infatti un “evergreen” che non smetterà mai di essere acquistato. Per dare un tocco di originalità al tavolo però, non si può non citare la lampada Boalum, formata da una struttura di plastica bianca flessibile con piccole lampadine collegate in serie e distanziate da una sfera isolante. Una lampada non solo originale ma estremamente duttile dal momento che può avere uno sviluppo di 8 metri. Ma proprio perché gli anni ’60 si riaffacceranno continuamente, la lampada Fato di Artemide sarà un must per illuminare tante scrivanie. Un schema geometrico alla sua base che dosa svuoti e pieni, luce e ombra di color oro si presenta come una vera e propria vetrina.

Lampade di design dal passato

Tra le lampade che presentano un design “antico” mascherando però un’anima altamente tecnologica c’è sicuramente Filo, la lampada a parete disegnata da Andrea Anastasio per Foscarini. Filo è in fatti un mix tra una scultura luminosa e un’opera di design perché ricorda la vecchia lampadina appesa al filo rivisitata e riproposta in chiave moderna. La lampada di Foscarini si presta a diverse soluzioni, sia come lampada da terra che come lampada da tavolo ed ha un forte impatto dal punto di vista dell’arredo perché si propone in una gamma molto ampia di colori. Colori, emozioni e tecnologia: le parole d’ordine per le nuove tendenze 2018-2019 sono queste, senza dimenticare però la sperimentazione.

Leggi anche: