Dislessia%2C+da+uno+studio+italiano+arriva+in+aiuto+un+pacemaker+celebrale+non+invasivo
litalianewsit
/dislessia-da-uno-studio-italiano-arriva-in-aiuto-un-pacemaker-celebrale-non-invasivo/16076/amp/
Categories: Prima PaginaSalute

Dislessia, da uno studio italiano arriva in aiuto un pacemaker celebrale non invasivo

Uno studio tutto italiano. Grazie alla tecnica di stimolazione transcranica a corrente diretta, i bambini affetti da dislessia possono migliorare di gran lunga la velocità e l’accuratezza nelle prove di lettura. Il trattamento, senza alcun effetto indesiderato rilevante, potrebbe essere un ulteriore ed importante passo in avanti della medicina

Il 3% dei bambini in età scolare, in Italia, soffre di dislessia. Questo disturbo non è altro che la difficoltà che hanno alcuni bambini a leggere velocemente e correttamente, nonché ad elaborare e comprendere quello che leggono. Con una speciale tecnica chiamata “Stimolazione transcranica a corrente diretta”, studiata ed elaborata da alcuni ricercatori di Neuropsichiatria infantile dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, in collaborazione con il Laboratorio di stimolazione cerebrale della Fondazione Santa Lucia, i bimbi affetti da tale disturbo potrebbero migliorare di gran lunga la velocità e l’accuratezza nelle prove di lettura. La tecnica di Stimolazione transcranica a corrente diretta, consisterebbe in una sorta di pacemaker cerebrale non invasivo che prevede il passaggio di corrente a basso voltaggio. Il metodo, utilizzato già per la terapia di alcuni disturbi come l’epilessia focale o la depressione, potrebbe davvero essere un metodo valido per combattere le difficoltà che i soggetti, affetti da tale malattia, hanno sull’apprendimento, sulla sfera sociale e psicologica.

In sei settimane un miglioramento pari al 60%
I bambini che sono stati sottoposti al trattamento attivo per sei settimane hanno migliorato del 60% la velocità e l’accuratezza in alcune prove di lettura, passando da 0,5 a 0,8 sillabe lette al secondo. La tecnica di Stimolazione transcranica a corrente diretta interviene su alcune aree della corteccia che presentano una bassa connettività neuronale, anche a riposo. «Alcuni dislessici presentano in alcune aree della corteccia una bassa connettività neuronale, anche a riposo, come se fosse un motore mal carburato che gira male al minimo e che non risponde quindi con la dovuta prontezza alle sollecitazioni quando c’è bisogno di accelerare», ha dichiarato Giacomo Stella, fondatore dell’Associazione italiana dislessia (Aid) e professore ordinario di Psicologia clinica all’Università di Modena e Reggio. «Naturalmente è importante ricordare che, come ogni terapia, non va applicata a tutti e che vanno ancora studiati bene gli effetti a distanza», ha aggiunto.

Nessun effetto indesiderato rilevante
Attraverso la valutazione clinica e un questionario standard sulla presenza di effetti collaterali, mal di testa, rossore sulla pelle, prurito, rivolto ai partecipanti a ogni seduta è stata valutata la sicurezza del trattamento. In tutti i trattamenti circa 324 non si sono riscontrati effetti indesiderati significativi e nessun partecipante ha chiesto di interrompere il trattamento. Lo studio, finanziato dal ministero della Salute italiano, è stato condotto secondo le norme della World Medical Association’s Declaration of Helsinki e autorizzato dal Comitato etico indipendente del Bambino Gesù.

Recent Posts

Lavorare nel Digitale: Il Percorso Migliore da Seguire

Il mondo del lavoro sta subendo una trasformazione senza precedenti, e il settore digitale si…

3 settimane ago

Come alleviare i dolori mestruali: i rimedi più efficaci

Il numero di donne che ogni mese deve combattere con i dolori mestruali è altissimo.…

2 mesi ago

In questo borgo d’Italia le case sono tutte bianche: spettacolo meraviglioso, dove si trova

L'Italia, meta ambitissima da milioni di turisti: ecco dove si trova uno dei borghi più…

3 mesi ago

Parole italiane che pronunci sempre male: la corretta dizione ti sorprenderà (e ti darà fastidio)

Pensi di parlare correttamente l'italiano? La corretta pronuncia di alcune parole che sicuramente pronunci male…

3 mesi ago

Si chiama trataka e chi l’ha già provata non ne può più fare a meno: i benefici su corpo e mente sono straordinari

Sei stanco e stressato ed hai bisogno di meditare? Prova la meditazione Trataka: potrai ottenere…

3 mesi ago

Vacanze all’avventura, sono queste le strade più pericolose del mondo: attraversarle diventa una prova di coraggio

Chi ama fare vacanze all'avventura non può perdersi una visita a quelle che sono le…

3 mesi ago