Scroll to Top

Erba velenosa nei fagiolini finissimi surgelati

Trovata un’erba velenosa nei fagiolini finissimi surgelati. Il Ministero della salute segnala il richiamo per rischio chimico, mentre Eurospin ritira le buste dal mercato

Il Ministero della Salute ha comunicato che i fagiolini surgelati, prodotto commercializzato in Italia da Eurospin Italia Spa a marchio ‘Delizia Dal Sole’, sono stati ritirati a causa del rischio legato alla presenza di un’erba velenosa nella confezione, la Datura. Si tratta di una pianta infestante molto pericolosa che nel raccolto può confondersi con gli altri vegetali commestibili e che sarebbe finita in alcune buste di fagiolini surgelati. L’azienda ha pertanto ritirato a scopo precauzionale il prodotto, dopo che il ministero della Salute ha pubblicato un richiamo con la richiesta di togliere al più presto i fagiolini dagli scaffali. La datura è una pianta molto tossica, il cui consumo può portare a gravi effetti sulla salute. Viene anche chiamata “l’erba del diavolo”.

Il prodotto non deve essere assolutamente consumato. E il ministero della Salute raccomanda categoricamente ai consumatori di non mangiare questi fagiolini. In particolare si tratta dei lotti 9043M e 9043MX, che contengono buste da 600 grammi con la data di scadenza 02-2021 e 01-2021.

Il prodotto, confezionato dall’azienda Greenyard Frozen France sas di Moreac, in Francia, è stato distribuito in alcune catene di grandi supermercati del Nord Italia, come Eurospin Italia Spa. Saranno ora le analisi comunque a stabilire se insieme ai fagiolini fossero mischiate anche le foglie di questa pianta velenosa.

Ecco i rischi nell’assumere Datura: a seconda delle quantità di erbe ingerite, l’intossicazione da Datura, può causare arrossamenti cutanei, allucinazioni, nausea e vomito, tachicardia, ipertensione e malessere generale. In certi casi, addirittura, se non si interviene rapidamente, porta anche al coma e alla morte.

Il prodotto è anche stato distribuito in Francia dalla catena Carrefour, che ha immediatamente raccomandato ai consumatori, che hanno acquistato le confezioni, in via cautelativa e precauzionale, di non consumare il prodotto e di riportarlo al punto vendita.

Leggi anche: