Scroll to Top

Firenze: trovato dentro un’auto cadavere di un uomo, ucciso a colpi di pistola

La vittima è un pratese di 48 anni; il cadavere è stato ritrovato all’interno di una Citroen parcheggiata presso lo svincolo di Ginestra Fiorentina, lungo l’autostrada Firenze-Pisa-Livorno. E’ stata notata da un passante che si era accorto di una mano che spuntava dal bagagliaio

Firenze: trovato dentro un'auto cadavere di un uomo, ucciso a colpi di pistola

Il cadavere di un uomo ucciso con diversi colpi di arma da fuoco è stato rinvenuto, coperto da alcune lenzuola, all’interno del bagagliaio di una Citroen C1 grigia metallizzata parcheggiata vicino alla rotonda dello svincolo di Ginestra Fiorentina, lungo l’autostrada Firenze-Pisa-Livorno, nel comune di Signa; il cadavere è stato scoperto da un passante che ha notato una mano fuoriuscire dal bagagliaio dell’auto, posteggiata di fronte ad una carrozzeria non lontana da un gruppo di case. La vittima è un 48enne residente a Prato, la cui scomparsa era stata denunciata dalla moglie; gli avrebbero sparato un solo colpo alla testa all’altezza della tempia sinistra, mentre il foro di uscita è stato riscontrato sulla nuca, e da una distanza ravvicinata. L’allarme è scattato ieri mattina a seguito della segnalazione dell’auto; sul posto sono giunti il magistrato di turno, il pm Foti e il comandante dei carabinieri Lorenzoni, mentre le indagini sono svolte dal reparto operativo di Firenze agli ordini di Saverio Spoto. Secondo i primi accertamenti, la vettura sarebbe intestata ad una donna di Prato.

Le indagini sono aperte a qualsiasi ipotesi
Le indagini del reparto operativo di Firenze e della compagnia di Signa sono ovviamente puntate su un caso di omicidio, anche se all’inizio non era stata scartata del tutto l’ipotesi di un suicidio; tra l’altro, l’uomo, prima di essere ucciso, sarebbe stato brutalmente picchiato, come si sarebbe dedotto da diversi lividi ed ecchimosi sparsi sul cadavere. Il 48enne, del quale non sono state ancora diffuse le generalità, era noto alle forze dell’ordine per piccoli precedenti legati al mondo della droga.



Leggi anche: