Scroll to Top

Il parquet prefinito: tutto quello che c’è sapere

Conosciuto anche con il nome di “multistrato”, il parquet prefinito si distingue dalle altre tipologie di rivestimenti in legno per la sua particolare composizione

Il parquet prefinito: tutto quello che c'è sapere

Perfetto binomio tra eleganza e versatilità, il parquet è uno dei pavimenti più utilizzati nelle case degli italiani. Scegliere quello giusto per un qualunque ambiente non è però una cosa facile, considerando soprattutto la vasta scelta di colori e stili disponibili in commercio. Tra tutti, recentemente sta riscuotendo grande successo il parquet prefinito, una tipologia di rivestimento in legno che assicura una messa in posa rapida, rendendolo così immediatamente calpestabile. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche migliori di questo tipo di pavimento e quali i reali motivi per preferirlo ad un parquet in legno massello. Cos’è il parquet prefinito? Conosciuto anche con il nome di “multistrato”, il parquet prefinito si distingue dalle altre tipologie di rivestimenti in legno per la sua particolare composizione. Ogni listone si compone di uno o più strati di fondo, generalmente realizzati in un legno povero, al di sopra del quale si pone uno strato nobile, in legno pregiato e dallo spessore variabile tra i 3.5 e i 6 mm circa. Questo strato di calpestio, nel corso della lavorazione, viene anche verniciato con una particolare lacca opaca trasparente, poi indurita grazie ad un particolare trattamento con raggi UV, che non solo assicura una posa immediata del parquet, ma lo rende anche più resistente all’usura e al tempo. Proprio per questa sua particolare natura, il parquet prefinito richiede 2/3 giorni di lavori per l’installazione, con un costo non particolarmente elevato, caratteristiche che gli stanno assicurando un enorme successo nelle case degli italiani.

La messa in posa del parquet prefinito
A differenza di un tradizionale parquet ad un unico strato, che viene generalmente fissato con l’utilizzo della colla, il cosiddetto multistrato richiede una posa flottante, un’installazione che richiede pochi giorni di lavoro e non necessita che i listoni siano incollati al suolo. Si tratta quindi di un’operazione rapida ed economica, ideale soprattutto per le ristrutturazioni, dato che il parquet prefinito può essere applicato su qualunque tipo di superficie, senza la necessità di rimuovere i rivestimenti precedenti. È anche una soluzione perfetta per le abitazioni in affitto, dove si può applicare comodamente il parquet prefinito per poi rimuoverlo al termine del contratto, senza arrecare danni al pavimento preesistente. In sostanza, la messa in posa del parquet prefinito finisce col richiedere meno giorni di lavoro ma con l’essere ugualmente stabile, perché strutturato in modo tale da resistere ai danni legati al calpestio.

Il parquet sartoriale: prefinito o no?
Quando si parla di parquet sartoriale, la scelta riferita alla tipologia è piuttosto ampia. Si può optare per un rivestimento multistrato? Assolutamente sì. Semplicemente scegliendo il tipo di legno, il colore e persino la diversa qualità del legno con cui realizzare il vostro rivestimento. In questo modo avrete la possibilità di scegliere il parquet che più risponde ai vostri gusti ed esigenze, semplicemente scegliendone tutte le caratteristiche tramite l’azienda produttrice. Per essere certi di rispondere alla perfezione alle vostre richieste, avrete la possibilità di ricevere a casa un campione del vostro parquet sartoriale, così da capire se davvero l’azienda sta lavorando come avete richiesto.

Leggi anche: