Scroll to Top

Inps pin online: come ottenerlo e a cosa serve

Il pin online Inps è un codice di 16 cifre con cui è possibile accedere a tutti i servizi online della Previdenza Sociale. La stringa di caratteri è segreta e unica per ogni cittadino e può essere anche cambiata ogni tre mesi tramite lo stesso sito

Inps pin online: come ottenerlo e a cosa serve

Il pin online Inps è il modo più sicuro per consultare, scoprire e attivare servizi tramite la piattaforma telematica dell’istituto di previdenza sociale. Il codice, privato ed esclusivo per ogni cittadino, è una stringa di 16 caratteri alfanumerici che viene inserita al momento del login. Quindi si può avere accesso ad un’area privata di servizi individuali e anche ad una per servizi cittadini. Tra questi è possibile Cud, pensioni o stati di richieste, nonché anni di contributi, 730 o domande di disoccupazione. Richiedere il codice segreto per accedere all’Inps è molto facile: basterà entrare sul sito web Inps, cliccando su “Richiedi Pin”. A questo punto andranno inseriti codice fiscale e residenza seguiti dai propri dati anagrafici. In seguito alla registrazione, l’istituto nazionale di previdenza sociale notifica che l’invio del codice avverrà tramite posta per la prima parte e la seconda parte tramite email, cosicché il richiedente possa avere la certezza di una sicurezza in più nel proprio codice segreto.

Consegna del codice Inps

Al primo accesso online, bisognerà eseguire l’attivazione del pin, entrando nell’area “Gestisci il tuo pin” e “attiva pin”. Qui verranno richiesti i dati della tessera sanitaria e del codice fiscale. Solo a questo punto, verrà inviata la seconda parte del codice. L’attivazione del pin Inps online dev’essere effettuata entro 90 giorni (termine di scadenza del codice). Inoltre, non appena si sarà in possesso dell’intera stringa di caratteri, il sistema invita il cittadino connesso a modificarlo con la possibilità di cambiarlo ogni tre mesi per ottenere una maggiore sicurezza. Nel caso in cui si dovesse inserire un pin sbagliato, tramite un carattere errato o sostituito, ogni servizio viene bloccato dal sistema per circa 3 minuti. Ripetendo l’errore, il sistema farà attendere ancora una volta 3 minuti, fino a quando non si inserisce il pin giusto.

Soluzioni anche per chi erroneamente smarrisce il pin: tramite l’opzione telematica “pin smarrito richiesta ripristino” sarà possibile ottenere un link per resettare la password. Tramite questo link bisognerà inserire il proprio codice fiscale e un codice provvisorio. Quindi riceverete i primi 8 caratteri per sms, e i restanti per mail. Così, accedendo al sito, è possibile non solo ottenere informazioni su assegni famigliari o pensioni, fare richieste tramite un click, ottenere moduli per il 730 precompilato senza bisogno di fare la fila agli sportelli cittadini. Nell’ultimo caso è possibile accedere all’area “Cedolino pensione ex-Inpdap” per la consultazione e avere ulteriori informazioni anche sulla ricongiunzione dei contributi.

Leggi anche: