Scroll to Top

New York: dieci nuovi film italiani nella collezione del Museum of Modern Art

Tra pochi giorni, dieci film italiani prodotti negli ultimi anni entreranno a far parte della collezione permanente del prestigioso Museum Of Modern Art di New York; sono dieci titoli, tutti coprodotti da Rai Cinema, tra cui “Gomorra”, “La stanza del figlio” e “Il mestiere delle armi”

New York: dieci nuovi film italiani nella collezione del Museum of Modern Art

Una ventata di aria fresca del cinema italiano entrerà nella prestigiosa e permanente library del Museum of Modern Art di New York; infatti, tra pochi giorni dieci film italiani, considerati capolavori da conservare, saranno catalogati e messi al sicuro dal famoso “MoMa”. Si tratta di dieci titoli, coprodotti da Rai Cinema negli ultimi anni, selezionati per rappresentare gli autori italiani contemporanei premiati sia in Italia che all’estero: “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone, “Le meraviglie” di Alice Rohrwacher, “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi, “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani, “Terraferma” di Emanuele Crialese, “Gomorra” di Matteo Garrone, “Le chiavi di casa” di Gianni Amelio, “Buongiorno, notte” di Marco Bellocchio, “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi e “La stanza del figlio” di Nanni Moretti. E non è tutto: il prossimo 4 dicembre, sempre al MoMa, inizierà la rassegna “Italian Film, 21st Century Style: a tribute to Rai Cinema” con la proiezione di “Il racconto dei racconti”, che proprio da New York inizierà ad essere distribuito negli Stati Uniti, alla presenza dello stesso Garrone. Anche la stessa Rai Cinema ha organizzato, dal 5 all’8 dicembre, tre eventi per valorizzare il cinema italiano all’estero: un libro fotografico con le immagini più belle dei dieci film selezionati, la proiezione di “Non essere cattivo” di Claudio Caligari (attualmente in corsa all’Oscar per il miglior film straniero) e le proiezioni dei documentari “Sono cosa nostra” di Simone Aleandri e “Esuli – Le guerre” di Barbara Cupisti. Oltre al consolato italiano e l’istituto italiano di cultura di New York, sarà anche presente, come partner, Cinecittà Studios.

Del Brocco: «E’ un’iniziativa che ci riempie d’orgoglio» – Il nostro cinema sta vivendo un momento molto felice all’estero, con film anche piccoli che ricevono applausi e premi ai festival – ha dichiarato Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, che ha presentato l’accordo a Roma – l’iniziativa con il MoMa non può che riempirci d’orgoglio; il prossimo obiettivo concreto dovrà essere organizzare sistematicamente il cinema italiano all’estero con un coordinamento forte, provando a fare un piano strategico sulla produzione culturale all’estero. Qualcosa si sta muovendo anche se a monte, seppure sono tutti d’accordo a valorizzare internazionalmente il cinema italiano, vi sono problemi di investimenti e volontà concreta di fare di più».


Vuoi rimanere aggiornato? Segui la nostra fanpage Facebook. Clicca su 'Mi piace':

Per rimanere aggiornato su Twitter clicca su 'Segui':

Leggi anche: