Scroll to Top

Totò Riina è grave, ricoverato in ospedale a Parma in condizioni critiche

L’ex capo dei capi è ricoverato in ospedale a Parma, città in cui è anche detenuto; secondo quanto dichiarato dal suo legale, sarebbe in gravi condizioni o comunque molto serie. In questi giorni, Riina avrebbe dovuto deporre al processo “Borsellino quater”

Totò Riina è grave, ricoverato in ospedale a Parma in condizioni critiche

Totò Riina è ricoverato in questi giorni in ospedale a Parma; secondo quanto riferito dal suo legale, l’ex Capo dei Capi verserebbe in condizioni gravi o comunque critiche. L’annuncio del suo ricovero è stato dato ieri nel corso di un’udienza nel processo “Borsellino quater”, che si sta svolgendo a Caltanissetta. Riina, 85 anni compiuti lo scorso novembre, è detenuto nel carcere di Parma e sottoposto al regime del 41/bis; ieri, nel corso dell’ultima udienza del processo “Borsellino quater”, il suo avvocato ha dichiarato che si trova in ospedale, non fornendo però ulteriori dettagli sui motivi del ricovero. A ogni modo, non è la prima volta che l’ex boss di Cosa Nostra esce dal carcere per motivi di salute e, in fondo, la sua forma fisica non è più quella di un giovane; il prossimo giovedì 17 dicembre avrebbe dovuto deporre in prima persona al processo “Borsellino quater”, davanti alla Corte d’Assise di Caltanissetta. Quasi sicuramente non vi prenderà parte. Il processo per la strage di via D’Amelio è in corso di svolgimento.

Tutti gli acciacchi di Totò “u curtu”
Riina, boss dei boss di Cosa Nostra per lunghi anni, fu arrestato il 15 gennaio 1993 a Palermo dopo una latitanza che lo aveva fatto diventare uno degli uomini più ricercati d’Italia. Soprannominato “Totò u curtu” per via della bassa statura, secondo gli inquirenti è stato capo di Cosa Nostra dal 1982 fino alla data del suo arresto; nel 2003 ha avuto un infarto ed ha subito un intervento cardiaco per poi venire ricoverato ancora nel 2006 all’ospedale “San Paolo” di Milano, sempre per complicazioni cardiache. Dal 2013 in carcere a Parma, nel febbraio scorso Riina era stato ricoverato ancora una volta all’ospedale Maggiore della città. Proprio a causa delle sue condizioni di salute, i suoi legali avevano chiesto che gli fosse concessa un’alternativa al carcere duro cui è sottoposto. Adesso, questo nuovo ricovero potrebbe portare ad un’altra richiesta.



Leggi anche: